Autovelox dietro alberi: la Cassazione dice che la multa è nulla

Secondo una sentenza della Corte di Cassazione una multa per eccesso di velocità è nulla se l'autovelox è nascosto dagli alberi

da , il

    Autovelox dietro alberi: la Cassazione dice che la multa è nulla

    La Corte di Cassazione ha emanato una sentenza che potrebbe pesare non poco sull’ecosistema delle multe per eccesso di velocità e autovelox, apparecchi pensati per rilevare la velocità di transito dei mezzi su determinati tratti di strada.

    Il funzionamento degli autovelox vede l’idea della prevenzione, poichè dovrebbero essere un deterrente contro lo schiacciare il pedale dell’acceleratore, ma non è raro trovare casi di rilevatori posizionati in modo poco visibile e che strizzano l’occhio solo al voler fare cassa più che far rispettare il limite di velocità previsto. Dalla Corte di Cassazione arriva così una sentenza che dichiara nulle le multe qualora l’autovelox stesso risulti posizionato dietro un filare di alberi, quindi oggettivamente poco visibile da bordo del veicolo in transito.

    Secondo il parametro del 6° co. bis dell’Articolo 142 del Codice della Strada gli autovelox devono essere ben visibili. Questo è uno dei parametri fondamentali per un buon posizionamento, assieme ad un’adeguata segnaletica che ne avvisi la presenza.

    Un automobilista ha dunque fatto ricorso ad una multa per eccesso di velocità, dichiarando che l’apparecchio si trovasse sul terminare di un filare di alberi, quindi poco visibile. La Corte di Cassazione ha esaminato i dati e sentito il Comune in merito al perchè fosse stato posizionato in quel modo, ma in definitiva il ricorso è stato accolto ed il Comune stesso ha dovuto risarcire l’autoombilista con un rimborso forfettario pari all’1.25%.

    La sentenza è la numero 2539/2017.