Autovelox nell’Est europeo

Autovelox nell’Est europeo
da in Autovelox e Tutor
Ultimo aggiornamento:

    AUTOVELOX NELL'EST

    Quando non esisteva l’Autovelox e la misurazione della velocità veniva effettuata ad occhio, in Giappone, per controllare il traffico degli automobilisti sulle arterie più pericolose, in aggiunta alla Polizia stradale dislocata sul ciglio della strada che controllava il traffico, esistevano delle sagome in cartone che somigliavano ad Agenti pronti a fermare gli automobilisti indisciplinati sanzionandoli.

    Adesso, nell’epoca dell’Autovelox, la paura di poter essere beccati da una pattuglia di poliziotti pronti ad immortalare il trasgressore è alta, ma nell’est d’Europa si ricorre anche a speciali sagome, come quella della foto, raffigurante una sezione di un’auto della Polizia con rilevatore di velocità a bordo. L’effetto è assicurato per diversi motivi; intanto l’automobilista non riesce a riconoscere se si tratta di una sagoma o di un’auto, vista la distanza di questa dalla rete stradale e, inoltre, fatto non trascurabile, a bordo della finta auto potrebbe esserci il famigerato Autovelox.

    Risultato…. Si è costretti ad osservare il limite di velocità imposto.

    195

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Autovelox e Tutor
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI