Autovelox picconato per evitare le contravvenzioni

Autovelox picconato per evitare le contravvenzioni

Autovelox a Fiumicino presso a picconate da tre amici, evidentemente stanchi di ricevere verbali di accertamento salati e numerosi

da in Autovelox e Tutor, Codice della strada, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Probabilmente esasperati dalle multe ricevute per violazione del limite di velocità, tre giovani italiani, determinati ma anche molto sfortunati, avevano deciso di farla pagare a chi l’infrazione l’accertava: sempre lui, l’autovelox, questa volta preso a picconate.

    Muniti di piccone, i tre ragazzi di 25, 31 e 32 anni, avevano deciso di aggredire il vigile elettronico per accecarlo o comunque danneggiarlo, affinché la smettesse di fare lo spione, una volta per tutte. Giunti sul punto dove l’apparecchio di rilevamento era posizionato, in via di Coccia di Morto, iniziavano la scalata sul relativo palo di sostegno per così averlo a… "tiro di piccone": a ben quattro metri di altezza.

    Quindi, armati dell’attrezzo per scavare terra e rocce, iniziavano a sferrare l’attacco al misuratore di velocità. Purtroppo per loro però, proprio mentre stavano facendo la "festa" all’autovelox, è passata una pattuglia della locale polstrada, che li ha subito avvistati e pertanto colti in flagrante: a quattro metri da terra, arrampicati sul dispositivo, mentre lo prendevano a picconate per manometterlo o, almeno, guastare il gruppo ottico.

    Il fatto è accaduto ieri pomeriggio, a Fiumicino, un paese situato sul litorale romano.

    I tre amici, due residenti a Fiumicino e uno a Pomezia, sono stati condotti al commissariato locale e denunziati in stato di libertà per danneggiamento aggravato.

    Sino ad ora l’unico "non a piede libero" è il piccone: sequestrato dalle forze dell’ordine.

    281

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Autovelox e TutorCodice della stradaMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI