NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Autovelox sorpreso a multare la Polizia

Autovelox sorpreso a multare la Polizia
da in Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Una postazione dell'Autovelox, le possibilità che intercetti auto di proprietà degli stessi  Enti preposti alla sicurezza stradale non è per niente raa

    Della serie, chi la fa l’aspetti, così si potrebbe definire l’accaduto ad una pattuglia di agenti della Polizia Provinciale, di Catania, “caduta” all’interno della stessa trappola che aveva disposto per gli automobilisti, una postazione di autovelox al cui passaggio è scattata la mannaia, anche per l’auto della Polizia in questione.

    A darne notizia un consigliere provinciale della Margherita che sottolinea il fatto, emblematico, che la vettura della Polizia Provinciale, “pizzicata” dall’autovelox, era solo di passaggio e non impegnata in alcun inseguimento particolare, poi si apprende dai giornali tutto l’opposto e cioè che “correva” per un’esigenza immediata di servizio…. Sarà!

    Tuttavia, il fatto indica l’evidenza che alcuni limiti che si impongono al cittadino, non sono del tutto aderenti alla realtà, ovvero, i continui rallentamenti imposti alla velocità sono spesso dovuti al pessimo stato delle strade e l’automobilista si trova costretto a continui rallentamenti per non farsi sanzionare dall’autovelox, spesso senza riuscirci. Perché se è giusto sanzionare chi scambia la strada per una pista di Formula Uno, non è giusto irrigidirsi verso coloro che, pur percorrendo una strada a velocità fisiologica, magari di qualche chilometro al di sopra di quanto prescritto dai rilevatori, debba essere continuamente vessato.

    La stessa Polizia provinciale ammette che non è la prima volta che auto delle Forze dell’Ordine restino “intrappolate” nella pellicola dell’Autovelox, quel che più colpisce è che nel ricco album di foto che compone ogni giorno la postazione di rilevamento della velocità vi finiscano le famose auto delle Forze dell’Ordine e…. amen! Ma anche quelle d’uso agli Enti Locali, alle quali non viene notificato il verbale, poiché si presume che i limiti l’abbiano superati per esigenze di servizio, così facendo però, un interrogativo sorge spontaneo; tutte queste auto di proprietà degli Enti, sono davvero sempre in servizio o i loro conducenti, autisti e chi più ne ha più ne metta,spesso alla guida delle famose auto blu, possono sempre fare il comodo loro, tanto nessuno notificherà mai la violazione?

    E così, in attesa che qualcuno risponda al quesito, i cittadini stanchi di vedersi appioppare continuamente multe dalle postazioni dell’autovelox, lungo l’Asse dei Servizi che collega la città di Catania verso l’aeroporto e le autostrade, un lungo tratto di strada a sei corsie divise da una carreggiata, ieri si sono svegliati con un’importante novità che, lì per lì, li ha un po’ confusi. Non c’erano più né i limiti di velocità, né le informazioni che indicavano la presenza dei rivelatori elettronici della velocità da tenere; indispensabile segnaletica per giustificare le multe.

    Bene, avranno pensato, finalmente gli Enti preposti, anzicchè penalizzare i cittadini avranno provveduto a iniziare i lavori di ripristino del manto stradale.

    Macchè, i cartelli erano stati rubati, da qualcuno che, percorrendo, ogni giorno, quella strada avrà deciso, a modo suo, di protestare, prestando il fianco a tutti gli altri automobilisti che, come lui, avranno maggiori possibilità di vincere l’eventuale ricorso, in caso di multa, per l’evidente mancanza di segnaletica. Certo un atteggiamento deprecabile e, persino criminale, ma che induce ad una riflessione; in un momento di acredine dell’uomo della strada di fronte alle Istituzioni, queste, anzicchè vessare i cittadini e continuare a trattarli da sudditi, perché non si adoperano per riconquistarsi la fiducia di coloro che, alla resa dei conti, hanno scelto di farsi rappresentare proprio da queste Istituzioni? E per giungere a tutto ciò, non basterebbe adoperarsi a favore della cittadinanza e mai contro?

    630

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Codice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
    PIÙ POPOLARI