NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ben 130 incidenti per 100 chilometri di strade italiane e qualche regione sta anche peggio!

Ben 130 incidenti per 100 chilometri di strade italiane e qualche regione sta anche peggio!

nON SOLO IL FATTORE UMANO RESPONSABILE DEGLI INCIDENTI AUTOMOBILISTICI

da in Incidenti Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    118

    C’è poco da stare allegri, saranno calati gli incidenti con la Patente a Punti, ma il dato, frutto di uno studio dell’Osservatorio sulla Logistica di Due Torri, con la collaborazione ACI-Istat, parla purtroppo chiaro, nel 2004, anno “osservato” dagli Enti esaminandi, le strade italiane sono state un’ecatombe.

    Secondo le autorevoli voci, l’Italia, detiene il record negativo per incidentalità stradale, ben 130 incidenti automobilistici ogni 100 chilometri di strade italiane, un dato enorme, se solo si pensa che vengono esclusi tutti quei sinistri dove non v’è stato coinvolgimento di persone, ma solo danni alle auto.

    Lo studio è interessante anche perché sottolinea anche il nesso esistente fra sviluppo economico geografico italiano col tasso di sinistrosità, al punto da stabilire che, laddove il traffico è più intenso per via dei maggiori flussi commerciali e degli spostamenti dei cittadini all’interno di una regione progredita, anche gli incidenti aumentano con punte impressionanti.

    Basti solo pensare che la Lombardia, grande regione d’Italia e progredita economicamente, nel 2004 ha visto ben 46.798 sinistri a fronte di una rete stradale di 11.860 chilometri, per cui, fatto un rapido calcolo, in questa regione il rapporto vittime della strada per ogni 100 chilometri, è stato di ben 395, tre volte la media nazionale.

    La Basilicata, invece, regione povera italiana ha avuto 15 sinistri per 100 chilometri di strada, quasi un decimo della media nazionale. Tali e tanti sono i fattori che intervengono in questa alta incidenza dei sinistri, il fattore umano ha, ahimè anche stavolta, un ruolo preponderante, ma c’è un altro motivo che deve ricercarsi sull’alto numero di vetture circolanti in Italia, il più alto d’Europa, ma funestato da una rete viaria obsoleta, inadeguata e scandalosamente con scarsissima manutenzione, nonostante abbiamo anche i pedaggi autostradali fra i più cari d’Europa.

    346

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incidenti AutoMondo auto
    PIÙ POPOLARI