NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Bentley Continental Flying Spur, classe inglese, tecnologia tedesca

Bentley Continental Flying Spur, classe inglese, tecnologia tedesca
da in Auto nuove
Ultimo aggiornamento:

    E’ passato quasi un anno da quando l’ ultimo modello, in ordine di tempo, Bentley ha fatto la sua prima comparsa, avvenuta un po’ alla chetichella. Cè voluto l’ ultimo Motor Show Bologna per dare consapevolezza che il marchio Bentley non è per niente appassito e fa sul serio, non solo con le proprie ammiraglie, ma anche con le “ piccole “ della Casa. Lo cominciano a capire le regine della strada, come Mercedes e Maserati che qualcosa di minaccioso si muove in direzione loro.

    Si chiama Continental Flying Spur, nata dall’ accordo Volkswagen e Bentley e si offre ad una clientela certamente abbiente ma che privilegia macchine non soltanto di nicchia, puntando invece su un prodotto di altissima qualità che coniughi la sportività al confort, che privileggi la potenza dei propulsori e ricalchi un personalissimo marchio, ingiustamente messo in sordina per troppo tempo.

    La vettura inglese monta un generosissimo motore da 12 cilindri biturbo capace di ben 552 Cv. che raggiunge la proibitissima velocità massima di 305 Km/h e accelera da 0 a 100 Km in soli 5 secondi. L’ auto, a trazione permanente integrale, monta un cambio automatico, a sei marce, che può trasformarsi in manuale agendo direttamente sulla levetta posta al volante.

    Dove, comunque, si respira la nobile arte inglese è nel lussuoso abitacolo, che profuma di antico con i comodissimi sedili in pelle anticata circondati dal caldo legno pregiato in condizioni di massimo confort e spazio immenso.

    Se tanta classe l’ avessero anche trasferita alle linee esterne della carrozzeria, chissà, forse si sarebbe compiuto il miracolo! La Continental è sicuramente pervasa dal quella regalità che appartiene al patrimonio genetico del marchio inglese, le linee un po’ “ trionfanti “ che caratterizzano le forme dell’ auto ci sono tutte, ma i progettisti hanno inteso mediare quest’ ultime con la ricerca di un designer più massificato verso forme europee e meno squisitamente inglesi. Il risultato è sicuramente buono, ma forse si sarebbe potuto fare di più se non si fosse deviata troppa la tradizionale arte inglese, nel senso stretto del termine.

    Sarà l’ aria tedesca della Volkswagen, che ha operato in stretta sinergia con Bentley, ad avere un po’ snaturato la Continental? Può darsi; per lo meno, però, questa filosofia di marketing è servita a calmierare i prezzi, assestatasi, per questo modello, sui 170 mila euro. Non certo pochi, ma con queste caratteristiche, i prezzi sono davvero ben altri!

    429

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuove
    PIÙ POPOLARI