Bentley: le “mani” anche sui bus londinesi

Al fine di compiere il “miracolo” si è assoldato un vero e proprio “esercito” di artigiani, ben 59 persone e per realizzare l’opera ci son volute due mila ore di lavoro utilizzando materiale offerto per beneficenza

da , il

    bentley bus

    Un autobus inglese vecchio stampo è già di per sé una rarità, se si pensa la storia che i bus britannici hanno sempre rivestito nella storia della nazione, ma in questo caso il bus è solo il mezzo necessario per lanciare un’iniziativa benefica ad opera di Bentley.

    Ci si chiederà a questo punto che c’azzeccherà mai Bentley con gli autobus in generale e con quelli londinesi in particolare, c’azzecca eccome, perché la celebre Casa automobilistica ha arredato uno di questi bus per conto di una casa di cura, al fine di agevolare il trasporto dei degenti per fini sanitari; il risultato è incredibile, pensare che un anonimo bus urbano possa diventare una sorta di transatlantico a quattro ruote è davvero stupefacente.

    bentley bus

    Lo stile Bentley si vede dappertutto, a partire dai rivestimenti, gli stessi previsti nelle supercar della Casa automobilistica, con pelle e rivestimenti super lussuosi, così come è stata riposta la stessa cura nell’allestimento delle cassette per raccogliere i soldi delle offerte.

    bentley bus

    Al fine di compiere il “miracolo” si è assoldato un vero e proprio “esercito” di artigiani, ben 59 persone e per realizzare l’opera ci son volute due mila ore di lavoro utilizzando materiale offerto per beneficenza. “Costruirlo è stata per noi un’esperienza del tutto nuova e incredibile”, ha detto da Gary Lazenby,spiegando che “Luke”, come è stato ribattezzato il mezzo, verrà impiegato anche per le gite scolastiche della comunità locale e per ospitare al suo interno mercatini itineranti che raccoglieranno fondi.