Benzina, gasolio, metano o GPL: quale scegliere?

Benzina, gasolio, metano o GPL: quale scegliere?

Benzina, metano, GPL o gasolio... difficile scegliere

Tutti sanno che ci sono due categorie di propulsori: quelli a ciclo Otto che possono essere alimentati con benzina, metano oppure GPL e quelli a ciclo Diesel alimentati a gasolio. Nonostante la politica di sviluppo delle Case automobilistiche nel campo dei propulsori, che hanno portato ad un notevole miglioramento nelle prestazioni dei motori Diesel, ha ancora senso valutare, al momento dell’acquisto di una vettura, quale carburante sia il più adatto per il proprio caso.

Prima di analizzare vantaggi e svantaggi offerti dalle varie alimentazioni, è bene chiarire un concetto fondamentale: il peso dell’auto è la cosa che più influenza i consumi. Salvo esigenze di capacità di carico e di spazio a bordo, due veicoli equipaggiati con lo stesso motore che abbiano pesi differenti, avranno diversi consumi e quello più leggero sarà comunque avvantaggiato. La relazione con il peso, però non si ferma qui; ad esempio, una citycar dotata di un piccolo propulsore potrebbe comportare un maggior consumo rispetto alla stessa con motore più grosso se utilizzata spesso per percorsi extraurbani, ricchi di salite, magari a pieno carico.

Benzina
I motori alimentati a benzina non sono sempre i meno convenienti. Se si percorrono pochi chilometri al giorno, nel classico breve percorso casa-ufficio o casa-università, questo propulsore si rivela più parco di uno alimentato a gasolio che, a causa di motivi tecnici, appena avviato ha un consumo nettamente maggiore di quando è in temperatura. Non solo, ma bisogna anche considerare che le vetture equipaggiate con motori a benzina richiedono un minore esborso di denaro in fase di acquisto e per l’assicurazione. Il problema più grosso per questo tipo di vetture si pone per coloro i quali sono soliti cambiare la propria automobile dopo pochi anni; in questo caso, infatti, vista la tendenza del mercato, le benzina sono valutate meno delle corrispettive a gasolio. Il rovescio della medaglia, in questo caso, è che chi compra autoveicoli usati può fare ottimi affari. Salvo per i casi di accaniti appassionati del piacere di un motore capace di girare “in alto” o di chi odia il rumore dei Diesel, questi motori si rivelano la scelta migliore per percorrenze contenute nei 15.000 km l’anno.

Gasolio
Un po’ a causa dell’evoluzione tecnologica e un po’ per la convinzione che i motori a gasolio siano sempre i più parchi, comprare oggi una vettura con motore Diesel è diventato per molti un obbligo. In realtà questo non è il solo modo di percorrere molta strada con un contenuto dispendio di denaro. Il motore a gasolio, per di più, è più delicato di uno a benzina, perciò necessita di maggiore cura. La turbina, ad esempio, richiede attenzione perché a motore freddo non deve essere strapazzata con grandi accelerazioni e prima di spegnere il motore richiede che si faccia girare il motore un paio di minuti al minimo (o anche solo che si riduca l’andatura quando si sta per giungere a destinazione). Nonostante questo, l’assicurazione leggermente più cara anche a parità di cilindrata e il fatto che la differenza di prezzo alla pompa tra benzina e gasolio si sia ridotta, ha ancora senso pensare di acquistare un’auto a gasolio. Sia per la maggior tenuta del valore, ma soprattutto perché i consumi sono effettivamente minori a parità – o quasi – di potenza e prestazioni.

GPL
Il vantaggio principale offerto da questo tipo di alimentazione è che, una volta installato l’impianto apposito a bordo, si può utilizzare al posto della benzina un combustibile ad un costo nettamente inferiore (circa 0,66 €/l), senza però dover rinunciare alle prestazioni offerte dal motore. Diversamente rispetto a qualche anno addietro, infatti, i recenti impianti per il Gas di Petrolio Liquefatto consentono di mantenere le stesse prestazioni a fronte di una minor spesa per chilometro. Gli inconvenienti che questa scelta comporta sono tre: la bombola deve trovare una qualche collocazione all’interno del veicolo ed in genere prende il posto della ruota di scorta con un serbatoio toroidale (bisogna poi scegliere se lasciare la ruota di scorta nel bagagliaio oppure a casa), non in tutti i luoghi sono presenti distributori di GPL e se l’installazione non è realizzata da un esperto, si rischia che il funzionamento della vettura sia compromesso. Senza considerare che in caso di auto nuova, in alcuni casi si perde la garanzia.

Metano
Questa è la scelta più difficile da prendere perché al contempo è la migliore dal punto di vista economico e la peggiore dal punto di vista pratico. L’installazione di un impianto a metano, infatti, comporta obbligatoriamente la presenza di una grossa bombola coricata sul fianco che, generalmente, si estende per tutta la larghezza del bagagliaio. Non solo: i distributori di metano in Italia sono ancora meno che quelli di GPL. Il vantaggio economico, per chi non ha problemi di spazio né di approvvigionamento, è indubbio.

Per maggiori informazioni sono presenti numerosi siti sul web. Tra i tanti segnaliamo prezzibenzina.it, che raccoglie i prezzi dei vari carburanti di molti distributori italiani, e metanoauto.com, valida fonte di informazione per chi sta valutando o è un utente del metano.

Non sai quale assicurazione scegliere? Confronta online le tariffe delle principali compagnie e trova quella giusta per te!

917

Segui AllaGuida

Mar 07/03/2006 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Lero 31 gennaio 2007 01:34

Articolo molto interessante. Sto valutando se comprare o no una vettura nuova a metano visto che dovrebbero esserci fino a 2000 euro di risparmio.

Rispondi Segnala abuso
Luk 28 febbraio 2009 22:55

prendila ho risparmiato ben 6000e si 6000 con una macchina da rottamare

Segnala abuso
Miky 23 ottobre 2007 13:55

Caro Marcello il tuo articolo è molto erudito sulla cultura dei motori e ti faccio i complimenti.Vorrei saper un tuo parere sull’acquisto di una golf o di una touran con l’impato a gpl. Si risparmia rispetto al diesel? poi è una macchina che curata normalmente dura nel tempo? Grazie

Rispondi Segnala abuso
Miky 23 ottobre 2007 13:57

P.s. Intendo le vetture alimentate a gas Gpl ed istallate dall acasa madre. Sono convenienti? Grazie per l’attenzione e scusami il disturbo

Rispondi Segnala abuso
Marco 2 novembre 2007 19:17

secondo un mio punto di vista con l auto a gpl se ne fanno tanti di kilometri io sono in possesso di una honda concerto 1600 122 cv cat del 93 con appena 70000 km da poco ho montato l impianto a gpl e il risparmio e tanto pensate che con 15 euro di gpl faccio 280 km e con lauto a benzina con appena 10 euro facevo a stento 70 km poi vedete voi la convenienza

Rispondi Segnala abuso
15 novembre 2007 12:18

Con la mia fiammante punto a metano natural power con 9.50 euro faccio 250 km… con la stessa cifra con la mia pegeuto 206 precedente toccavo a malapena i 95/100 km!!!

Rispondi Segnala abuso
Enrico 28 maggio 2008 18:28

Anonimo, 250 sono pochini con 9.5 euro con la Punto bipower, da me il metano costa 850/kg da te forse 900/kg ?
Io con la Bipower faccio 225 km con 7,5 euro, se non fosse per la poca autonomia….

Segnala abuso
Pier 1 luglio 2008 12:22

si ma ricordatevi del consumo a benzina che cmwq hai con l’impianto a gas la macchina parete cmq a benza fino a temperatura……azz….quindi per calcolare la spesa reale si fa la somma…..
insomma bisogna vedere se è la somma che fa la differenza …….prrrrrrrrrrr

Rispondi Segnala abuso
Domenico 28 novembre 2008 11:30

Nessuno ha mai chiesto o ne abbia parlato: è opportuno in un’auto nuova procedere al rodaggio prima di usare il gpl? Con il metano sicuramente,io ne ho fatto le spese con una simca 1300.Con il gpl?

Rispondi Segnala abuso
F. 25 febbraio 2009 11:21

Ragazzi, per togliervi ogni dubbio sul GPL/Metano vi invito ad iscrivervi al forum http://www.gplmetano.it !
Lungi da me l’idea di fare spam o pubblicità, nessuno percepisce un cent dal forum. Comunque li troverete assistenza su dubbi pre-acquisto o a problemi su auto già “gasate”.

Rispondi Segnala abuso
Nazzareno Sileno
Nazzareno Sileno 5 dicembre 2009 01:54

Per quanto riguarda la scelta fra i tre carburanti anche io ho espresso la mia idea sul mio blog, credo di poter dare valore aggiunto alla discussione visto che quello che dico è frutto della mia esperienza diretta, quindi se ne avete voglia potete leggere la mia discussione su: http://andypowerblog.blogspot.com/2009/11/guida-e-consigli-impianto-gpl-o-metano.html#comments

Rispondi Segnala abuso
Francesco D'Arcangeli
Francesco D'Arcangeli 1 marzo 2010 16:28

Articolo molto interessante e obiettivo, cioè non influenzato da passioni e mode.
Ho una domanda: quale tipo di carburante mi consigliereste considerando che:
a) percorro pochissimi km l’anno (diciamo sui 7000 ad esagerare)
b) gran parte di questi percorsi sono dei viaggi da 230 km su strade principalmente extraurbane (Forlì-Cesena+E45 Cesena/Perugia + da Perugia ad un paese dell’Umbria e viceversa a tornare)
c) prendo poco l’auto in città, solo per svago (non ho percorsi quotidiani casa/lavoro)
d) a parte il predetto viaggio e i km urbani per svago, il resto sono extraurbani (poca autostrada, qualche superstrada)
e) a meno di non mettere su famiglia, questa nuova auto dovrà durare minimo 10 anni, possibilmente di più.
Vorrei orientarmi su un auto che consuma poco, ma non vorrei neanche beccarmi una megaspesa di assicurazione/costo iniziale (che potrebbe voler dire rata più alta del finanziamento) e sopratutto non vorrei “scontare” il minor consumo con spese maggiori di manutenzione.
Le prestazioni mi interessano poco, ma non vorrei neanche un polmone su ruote visto che molti dei sorpassi che farei sarebbero su strade extraurbane (non mi piace rischiare, quindi con una macchina che tira poco semplicemente farei meno sorpassi).
Credo che userei abbastanza il climatizzatore, specie d’inverno (riscaldamento) perché mi capita di usare l’auto quando fa piuttosto freddo (per motivi troppo lunghi da spiegare)
La mia attuale carriola è una micra 1.0 del 1992… che ormai mi beve 9-10 l per 100 km senza neanche scatenarsi tanto.
Chiedo scusa in anticipo per il lungo post! Se sto chiedendo troppo ditemelo pure (magari senza insultare, non ce n’è bisogno!)

Rispondi Segnala abuso
Diana 26 marzo 2010 22:42

ciao a tutti, sto x comprare un auto nuova (ford fiesta) ma sono indecisa tra gpl/diesel.percorro una media di 80km al giorno. cosa consigliate? grazie!

Rispondi Segnala abuso
Mirko 27 marzo 2010 12:28

gpl diesel tutta la vita!

Segnala abuso
Marco 21 ottobre 2010 09:07

Buongiorno,
con la mia A2 1.4 tdi faccio 750/800 km con un pieno di circa 45 euro. A parer mio, nei consumi, conta sì il peso del veicolo, ma anche il “peso” del piede sull’accelleratore.
Cmq vorrei spendere ancora meno poichè percorro 100 km il giorno minimo: avete suggerimenti su marche e modelli??
Grazie

Rispondi Segnala abuso
21 dicembre 2010 15:24

ma mi sembra che il gpl metano sia un fatto solo italiano, tra l’altro credo che dopo 80milakh. con tutte le testate in lega si dovrà rifare le valvole con sede di acciaio, costo 3500 4000 euro

Rispondi Segnala abuso
Diego 5 maggio 2011 22:38

Ciao…il gpl non è proprio tutto oro come sembra, non tutte le macchine sono adatte. Io ho messo l’impianto su la mia mazda 3 e mi avevano assicurato che non ci sono problemi…risultato valvole da registrare e tra 40000 km ci sarà da fare la rettifica delle sedi. Poi ti consigliano di cambiare candele ogni 20000 km e il suo filtrino ogni 20000 km e ogni 30000 km registrare le valvole. Sicchè…aggiungi la normale manutenzione del benzina…
Dipende da motore a motore e dall’onestà dell’impiantista, il mio è stato un lestofante. Ciao.

Rispondi Segnala abuso
Decimo 8 luglio 2011 23:03

io consiglierei,un auto disel 1.3 cc
opel,fiesta,fiat,leauto disel sono assemblate meglio per durare,io possiedo un euro 5 opel e sono contento,ai 90 all’ora possopercorrere
26,7 km al litro la casa la da a 28,7 ma non ci riesco,questo è il mio consiglio e tra 5 anni…ibride disel/elettriche.
ciao

Rispondi Segnala abuso
Stefano 30 agosto 2012 11:30

Buon Giorno , ho intenzione di cambiare auto e dato che da circa 1 anno ho iniziato a percorrere circa 36000 km all’anno vorrei un consiglio se merita comprare un auto diesel,gpl o metano considerando che anche i distributori metano sono vicinissimi al percorso da me effettuato.
Visto le mie possibilta’ economiche sto parlando cmq di auto piccole,ora possiedo di una panda 1200.
Sono combattuto su quale alimentazione scegliere dato che non conosco molto bene la manutenzione dei tre tipi di motore(diesel,gpl,metano) e la vita che il motore puo’ avere.
Di certo la mia nuova auto non ho intenzione di cambiarla prima di 7/8 anni.
Grazie x la considerazione.

Rispondi Segnala abuso
Seguici