Motor Show Bologna 2016

Berline più vendute in Italia 2016, la classifica

Berline più vendute in Italia 2016, la classifica
da in Auto 2016, Auto nuove, Berline, Classifiche auto, Mercato Auto
Ultimo aggiornamento: Domenica 07/02/2016 08:10

    Quali sono le berline più vendute in Italia nel 2016? A fronte della continua crescita dei crossover si registrano dati contrastanti nell’analisi dei diversi segmenti: le compatte sono cresciute lo scorso anno nelle vendite del 20% e la quota di mercato dell’1%, fino a raggiungere il 26,4%, le berline medie di segmendo D, invece, hanno perso lo 0,5 di quota e cresciute molto meno del mercato, con un +10,7% nelle immatricolazioni. Complessivamente, il settore delle berline, abbracciando dalle compatte alle ammiraglie, ha una quota del 55,1% in calo dell’1,1% rispetto al 2014. Guardiamo ai modelli che ottengono i migliori risultati a inizio 2016, partendo dal gennaio delle segmento C. E’ facile immaginare quale sia la preferita, forse meno scontato è il gap inflitto alla seconda classificata: un abisso. Passiamo in rassegna le cinque berline compatte più vendute.

    5. Ford Focus

    Un aggiornamento importante allo stile del frontale è intervenuto nell’autunno 2014, e nel corso del 2015 ne sono state immatricolate 13.958. E’ l’auto sobria per eccellenza, con un ampio catalogo di dispositivi di sicurezza e un infotainment completo. Da poco lanciata anche in versione elettrica, può vantare il pluripremiato motore EcoBoost 1 litro 3 cilindri, da 100 e 125 cavalli, oltre all’1.5 turbo benzina 150 cavalli. Le alternative turbodiesel ruotano intorno all’1.5 Tdci da 95, 120 e 150 cavalli, oltre al 2 litri 185 cavalli della ST3. Prezzi compresi tra 18.750 euro e 34 mila euro della Tdci più potente. Non manca una variante alimentata a gpl, con motore 1.6 aspirato e la prestazionale 2.0 turbo 250 cavalli, proposta a 32.250 euro. A titolo informativo, la Focus elettrica costa, invece, 39.900 euro. Di un altro prodotto si ragiona, invece, con la Ford Focus RS, sportivissima con l’abito da compatta e la tecnica da prodotto votato tutto alle prestazioni.

    4. Audi A3

    Quarta piazza per Audi A3, che dopo le 17.151 unità vendute nel 2015 arriva a consegnare 1.755 esemplari a gennaio. Non è staccata di molto dal podio ma anche in avvio di 2016 si dimostra essere la compatta premium preferita in Italia. L’effetto del dieselgate potrebbe aver rallentato le vendite nel finale d’anno e, viste le circa 800 immatricolazioni in meno sulla terza posizione, potrebbe essergli costata una posizione lo scandalo emerso a settembre. I motori spaziano dal piccolo turbo 1.2 Tfsi da 110 cavalli al 2 litri da 300 cavalli della sportiva S3. Senz’altro più quotate le alternative 1.4 Tfsi benzina 122 o 150 cavalli, mentre la sportività “sostenibile” è rappresentata dall’1.8 Tfsi 180 cavalli. I diesel propongono un millesei Tdi da 110 cavalli e il 2 litri da 150 e 184 cavalli. Sul versante dei prezzi, si parte da 22.490 euro fino a toccare i 39.100 euro della Audi S3. Il top di gamma a gasolio, invece, raggiunge 37.970 euro. La Sportback, invece, mediamente costa 1.000 euro in più.

    3. Peugeot 308

    Il terzo posto della classifica delle berline più vendute in Italia appartiene alla due volumi francese che da gennaio a dicembre 2015 è stata venduta in 17.939 esemplari. Inizia con il piede giusto anche a gennaio, con 1.881 consegne. La Peugeot 308 piace molto al pubblico dello Stivale: si caratterizza per una linea moderna, finiture curate, abitacolo spazioso e baule capiente. Originale la strumentazione, ereditata dalla sorella minore 208, collocata al di sopra della corona del volante dal diametro ridotto. Questa soluzione non piacerà a tutti ma dopo un piccolo periodo di abitudine si fa apprezzare. Motori svegli e dai consumi contenuti si abbinano bene all’ottimo telaio e garantiscono un buon piacere di guida. Prezzi da 18.500 euro della 1.2 PureTech Turbo Access a benzina da 110 cavalli fino a 31.450 euro della 2.0 BlueHDi GT EAT6 da 181 cavalli. A listino, come per Focus RS, anche le “corsaiole” 308 GTI firmate Peugeot Sport.

    2. Alfa Romeo Giulietta

    Ampiamente in vantaggio sulla Peugeot 308, c’è Alfa Romeo Giulietta. Con 22.921 auto vendute è stata la seconda compatta più apprezzata in Italia nel 2015, ma lontana anni luce dalla regina del mercato. E’ ancora l’unico modello a sostenere le vendite Alfa Romeo, in attesa che si sviluppi l’”effetto Giulia” e può contare su un’ampia gamma di motorizzazioni, probabilmente la più completa nel segmento. Si parte dal turbo benzina nello step 105, 120, 150 e 170 cavalli, utilizzato come base anche per la bifuel gpl, proposta in versione 120 cavalli. La sportività della Quadrifoglio Verde può vantare lo stesso 1750 4 cilindri della Alfa Romeo 4C, con 240 cavalli e 340 Nm di coppia. Ampia scelta anche tra i motori turbodiesel, un millesei da 105 cavalli e il 2 litri JTDm-2 da 150 e 175 cavalli. Il listino è compreso tra i 19.300 euro del turbo benzina 105 cavalli e i 31.950 euro del diesel 2 litri più potente. La Quadrifoglio Verde, invece, raggiunge i 34.250 euro. Un cenno alle dimensioni, perché in 4 metri e 35 si ha un bagagliaio da 350 litri, certo non da record e allineato alla concorrenza. Gennaio la vede confermarsi con 2.413 esemplari immatricolati.

    1. Volkswagen Golf

    Che fosse Volkswagen Golf la berlina compatta più venduta in Italia, probabilmente nessuno di voi avrà avuto il ben che minimo dubbio. Quasi doppia le vendite della Giulietta, mettendo a segno 44.436 immatricolazioni nel periodo tra gennaio e dicembre 2015, nonostante il caso dieselgate, che certo non ha aiutato in termini di immagine. A gennaio riparte dalla medesima posizione al vertice, anche se nella top ten delle auto più vendute arretra e perde una posizione: 4.305 Golf nuove in strada nel primo mese dell’anno. Il progetto nato sul pianale Mqb è condiviso con Audi A3, pertanto ingombri esterni e capacità del bagagliaio sono sovrapponibili: 4 metri e 28 centimetri di lunghezza, con 380 litri di spazio per le valigie. Resta tra le poche segmento C a offrire la scelta tra carrozzeria 3 e 5 porte, entrambe contraddistinte da un design rigoroso ma non per questo banale, grazie ai tratti spigolosi dell’anteriore. Le motorizzazioni sono adeguate, e si passa dai turbo benzina 1.2 Tsi con 85 e 105 cavalli, all’1.4 Tsi 122 e 150 cavalli, quest’ultimo con tecnologia Cylinder on Demand. La variante a metano, turbo 1.4 110 cavalli, è alternativa intelligente ai diesel più piccoli, con l’1.6 Tdi da 90, 105 e 110 cavalli, prima dei 2 litri Tdi 150 e 184 cavalli. La trazione integrale 4Motion è abbinata al 2.0 Tdi 150 cavalli e alla Golf R, cattivissima sportiva da 300 cavalli con motore 2.0 Tsi. Per chi si “accontenta” c’è la storica Gti da 230 cavalli. Prezzi per tutte le tasche: da 17.650 euro del turbo benzina 1.2, fino ai 33.300 euro del top di gamma a gasolio, per sconfinare nei 41.750 euro della Golf R.

    1083

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI