Bertone: ennesima mossa fallimentare della signora Lilli e l’azienda cola a picco

da , il

    La signora Lilli Bertone, erede di Nuccio, fondatore dell'azienda che con una politica dissennata sta facendo colare a picco|

    Questa potrebbe essere una storia di ordinaria follia e tale potrebbe restare se sulle sorti della quale non si agitassero gli animi di un migliaio di famiglie che sperano ancora che la nota carrozzeria Bertone, oggi più nota per i guai finanziari che la riguardano che per il lustro che seppe imporre il suo fondatore, Nuccio Bertone, possa alzare la testa ed evitare il naufragio.

    Non si può certo dire che l?erede naturale dell?azienda, Lilli, moglie dell?antico proprietario stia dando testimonianza di grande lungimiranza imprenditoriale e acume negli affari, anzi, per quel che sembra, visto che sull?azienda pende minacciosa un?indagine per bancarotta fraudolenta avviata dalla Procura di Torino che potrebbe portare alla definitiva chiusura dell?azienda, con tutte le conseguenze del caso, sembrerebbe tutto il contrario.

    Non si capisce il perché un?azienda, fondamentalmente sana, si possa ridurre in questo stato, se non con una politica, a questo punto poco accorta di chi resta, piegata ai destini di un mercato che anzicchè essergli amico, diviene quanto mai avverso.

    La vedova Bertone è risoluta nel voler riportare in auge il marchio.

    E, così, dopo essere passata dalla proposta di Fiat di circa un anno fa, con la quale si sarebbe dovuta realizzare una sorta di joint venture per la realizzazione di una vettura in comune, che avrebbe davvero risollevato il marchio, tutto naufragò. Anche Domenico Reviglio, l?imprenditore che aveva deciso di rilevare l?azienda, ha rinunciato dopo il “no” della proprietà che non ha accettato di essere messa in minoranza nella costituenda società che le avrebbe lasciato non più del 35% del pacchetto azionario, visto che l?altro 65% l?avrebbe assunto Reviglio.

    Risultato, Domenico Reviglio, che sembrava il più papabile fra gli ultimi che volevano rilevare l?azienda con una politica di ristrutturazione interessante e, probabilmente efficace, ha mollato tutto e si è messo da parte e, venerdi 8 febbario prossimo, la Bertone, fiore all?occhiello di una realtà imprenditoriale italiana del passato, potrebbe essere commissariata e, infine, liquidata.