Motor Show Bologna 2016

Bertone fallito: i 10 migliori modelli della carrozzeria italiana [FOTO]

Bertone fallito: i 10 migliori modelli della carrozzeria italiana [FOTO]

    È passato oramai un anno dalla triste notizia del fallimento di Bertone, sentenziato dal tribunale di Torino nel luglio 2014. Abbiamo deciso di ricordare questo evento non tanto per la notizia in sè, quanto piuttosto per ricordare quali sono stati i modelli più belli realizzati dalla Bertone Stile, la storica azienda fondata nel 1912 da Nuccio Bertone. Un nome che ha segnato letteralmente la storia dell’automobilismo, fin dai suoi albori. Possiamo citare tra le primissime creazioni ad esempio la Lancia Lambda del 1928, fino ad arrivare alla moderna Alfa Romeo GT. Ma tra i nomi più celebri non possiamo che ricordare anche le gloriose Lancia Stratos, Alfa Romeo Montreal o Lamborghini Countach. Andiamo a scoprire i 10 migliori modelli di Bertone nelle prossime pagine.

    La bellissima ed iconica Alfa Romeo Giulietta Sprint Coupé è stata una delle creazioni di Bertone di maggiore successo degli anni Cinquanta. Uno di quei modelli che hanno reso celebre la casa del Biscione per il suo stile sportivo ed elegante, inconfondibilmente italiano. LEGGI ANCHE: Nuova Alfa Romeo Giulia 2015: prezzo, motori e caratteristiche [FOTO e VIDEO]

    Assolutamente immancabile in una lista dei maggiori successi di Bertone è la celebre Lamborghini Miura, il modello che ha letteralmente consacrato il costruttore di Sant’Agata Bolognese. Il suo stile morbido e sinuoso, ancora oggi ritenuto uno dei maggiori capolavori in campo automobilistico, accoppiato alle prestazioni notevoli hanno reso la Miura un’icona. LEGGI ANCHE: Alfa Romeo 4C Spider: prezzo, scheda tecnica e prestazioni [FOTO]

    Piccola, ma micidiale. La Lancia Stratos HF è stata la regina dei rally grazie ad una lunghezza di appena 3.710 mm, con un passo di 2.160 mm, che la rendeva agilissima. A questo possiamo aggiungere i soli 980 kg di peso, mossi dal 2.5 litri V6 di origine Ferrari, capace di 190 CV a 7.000 giri al minuto.

    L’ennesimo capolavoro è datato 1972 e porta il nome di Lamborghini Countach. Era la vettura che aveva l’imponente compito di sostituire l’amatissima Miura, ma allo stesso tempo doveva avere personalità e carattere propri, senza risultare una rivisitazione senza anima della sua antenata. E ci riuscì in pieno in questo compito: era affilata come un coltello nelle forme, ma anche velocissima: la versione più potente, la 5.2 Quattrovalvole LP (prodotta fino al 1990), aveva una potenza di 455 cavalli.

    La Fiat X1/9 è stata una creazione di Bertone, che le donava una linea moderna e grintosa, ovviamente rapportando il tutto per l’epoca. Siamo negli anni ’70 e la Fiat voleva creare una piccola coupé che fosse divertente e piacevole da guidare, sfruttando la meccanica della 128 Coupé. La Fiat X1/9 venne esportata anche negli USA e fu prodotta in un totale di 174.000 esemplari.

    La Citroën XM nasceva nel 1989 con lo scopo di rimpiazzare la celebre CX. Si trattava di una grossa berlina dallo stile futuristico e personalissimo, che d’un tratto rendeva obsolete tutte le sue concorrenti, realizzata sul pianale della Peugeot 605, ma rispetto alla quale adottava delle soluzioni uniche, come le sospensioni idropneumatiche. Ottimo anche il coefficiente di penetrazione aerodinamica: il Cx era pari a 0,28.

    La Fiat Punto Cabrio è stato un altro importante modello della carrozzeria Bertone degli anni Novanta. Non fu proprio apprezzata da tutti, ma è numerosa la lista di amanti di questo particolare modello, che prendeva origine dalla versione berlina, ma dalla quale si differenziava per un posteriore completamente ridisegnato. La capote era in tela.

    Nei primi anni Duemila, la casa tedesca del Fulmine aveva in mente di realizzare due versioni più sportiveggianti della sua compatta. Nascevano così, grazie a Bertone, le Opel Astra Cabrio e Coupé, contraddistinte da un’estetica filante e molto proporzionata con un’inedita carrozzeria a tre volumi.

    Tra le creazioni più recenti della Bertone c’è ovviamente l’Alfa Romeo GT, la coupé della casa di Arese realizzata sulla base dell’Alfa 147. Era un’auto dallo stile inconfondibile, che ha trovato molti consensi tra gli appassionati, ma che sapeva unire anche la praticità alla sportività. Aveva, infatti, cinque posti all’interno ed un ampio bagagliaio.

    La Bertone, ovviamente, non si è occupata solo di vetture di serie, ma ha dato origine anche a tantissime concept car. Nella nostra classifica abbiamo voluto ricordarne una su tutte, l’Alfa Romeo Pandion, che nasceva nel 2010 per festeggiare i 100 anni dell’Alfa Romeo.

    1013

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI