Blocco dei diesel Euro 2 a Torino e provincia dall’estate

A Torino e in provincia sono stati raggiunti valori di polveri sottili e di inquinamento sopra la soglia massima

da , il

    blocco traffico torino

    Il problema dell’inquinamento all’interno delle grandi città continua ad essere presente e ci cercano delle soluzioni che siano in grado di diminuire le emissioni nocive nelle metropoli, ma anche in quei centri che sono meno grandi. A Torino e in tutta la provincia sono stati raggiunti valori di polveri sottili e di inquinamento sopra la soglia massima consentita dalle normative europee. Per questo motivo è stato deciso che scatterà il blocco dei diesel Euro 2 dalla prossima estate come primo provvedimento per il miglioramento della qualità dell’aria.

    Una soluzione singolare, visto che nella maggior parte delle città italiane dove scatta il blocco del traffico avviene subito. In Piemonte invece si continuerà così fino per qualche altro mese. Saranno 17 le città che aderiranno a questo provvedimento: Ivrea, Chivasso, Torino, Beinasco, Borgaro, Carmagnola, Chieri, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pinerolo, Rivoli, San Mauro, Settimo e Venaria.

    Il blocco sarà in vigore dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 fino alle ore 19.00 e anche le auto dotate di motore diesel che rispettano la normativa antinquinamento Euro 2 dovranno restare ferme. Per i veicoli commerciali è invece prevista un blocco dalle 13.00 alle 14.30. I diesel Euro 2 sono stati venduti fino al 2001 e sono dei mezzi recenti, ma l’assessore all’ambiente di Torino, aveva proposto di includere nel blocco anche i diesel Euro 3, ma la sua proposta non è stata accettata. Per il momento si è deciso di procedere in questo modo e valutare in seguito quelli che saranno i risultati, poi si deciderà se e come proseguire.