BMW al Salone di Detroit 2016: la sportività è protagonista

BMW al Salone di Detroit 2016: la sportività è protagonista
da in Bmw, Salone auto, Salone di Detroit 2016

    Niente Mini, solo BMW al Salone di Detroit 2016. La scelta operata dal gruppo segue la logica dei fatti, di una gamma che attende solo l’arrivo della Countryman, avendo già rinnovato la famiglia per intero. Così il marchio bavarese andrà “da solo” al NAIAS, dove presenterà in anteprima e dal vivo due proposte ritagliate sui gusti di una clientela alla ricerca di prestazioni elevate. Il motore sei cilindri Twin Power Turbo da 3 litri sarà l’elemento in comune, con appena 10 cavalli a differenziarne l’impiego su prodotti diametralmente opposti: una coupé compatta e un suv medio che gioca a fare la coupé, almeno nello stile.

    Si tratta di BMW M2 Coupé e BMW X4 M40i, cavalli di razza per staccare prestazioni al top. Basti ricordare i riferimenti sullo zero-cento dichiarati dai due modelli, il primo con un 4″3 di prim’ordine, il secondo con un sempre valido 4″9, considerando la stazza che deve portarsi dietro il “SAV”, sport activity vehicle. L’aerodinamica estremizzata è comune a entrambi, con paraurti fortemente modificati, prese d’aria studiate per ridurre le turbolenze nocive, spoiler sulla coda; altrettanto evidenti sono le caratterizzazioni stilistiche a bordo, in particolare su BMW M2, mentre X4 M40i si limita a badge identificativi, paddles al volante e poco altro.

    | LEGGI ANCHE: BMW M2 COUPE, SCHEDA TECNICA | BMW X4 M40i, SUV AD ALTISSIME PRESTAZIONI |

    Dicevamo del protagonista assoluto, il motore Twin Power Turbo 3 litri sei cilindri in linea, capace di sviluppare 360 cavalli e 465 Nm su X4 M40i e staccare un riferimento importante in accelerazione, merito anche della funzione Launch Control; l’assetto asseconda le prestazioni maggiorate con angoli di camber aumentati e lo sterzo a demoltiplicazione variabile. Per BMW M2 Coupé, invece, si è arrivati alla soglia dei 370 cavalli, con la medesima coppia motrice ma in più la possibilità di andare in overboost a 500 Nm per brevi periodi. Detto del cambio doppia frizione 7 marce e dei 50 Nm in meno rispetto alla sorella maggiore BMW M4, la Serie 2 più veloce e sportiva assicura comunque una velocità massima di 270 orari, innalzando il limitatore dai 250 previsti di serie, operazione possibile ricorrendo al M Driver’s Package.

    | LEGGI ANCHE: SALONE DI DETROIT, LE NOVITA’ ATTESE |

    Al Salone di Detroit 2016, accanto alle novità con la firma Motorsport, ci sarà la linea green BMW i, con i3 e i8, in attesa che nell’immediato futuro arrivi un terzo modello, la i5 sulla quale i rumors più recenti vorrebbero una carrozzeria da crossover.

    466

    ARTICOLI CORRELATI