BMW M2 Cabrio è pronta. Debutta già al Salone di Parigi 2016?

Per alcuni, BMW stessa avrebbe lasciato la porta aperta nel presentare la M2 Coupé

da , il

    BMW M2 Cabrio,foto spia

    Com’era logico, dopo la coupé, ecco arrivare BMW M2 Cabrio. A un anno di distanza dal lancio dell’emozionale coupé con motore Twin Power Turbo da 370 cavalli, è il turno della versione con capote in tela. Le immagini in anteprima arrivano da Autoblog.nl, scatti apparentemente sfuggiti su un configuratore online. Non ha una rivale vera e propria, un modello appartenente allo stesso segmento, quello delle cabrio compatte. La particolarità tecnica della trazione posteriore, le prestazioni, la portano a confrontarsi direttamente con Porsche 718 Boxster S (pur con 20 cavalli in meno, quest’ultima) e BMW M4 Cabrio, nonostante l’importante differenza di cavalli (e peso).

    Fedele alla coupé

    BMW M2 Cabrio, posteriore

    Non si registrano differenze di sorta, tetto a parte, dalla coupé: medesimo paraurti anteriore, pinze dei freni blu, cerchi a razze sdoppiate, quattro terminali di scarico. Rivista la zona della linea di cintura, che avvolge i sedili posteriori con una copertura della capote, ad azionamento elettrico, ripiegabile nel vano bagagli.

    BMW M2, la scheda tecnica e le prestazioni

    Il render della prima ora

    Bmw M2 cabrio, rendering

    I rendering di Theophilus Chin non sono una novità e l’interpretazione data di BMW M2 Cabrio è, come di consueto, interessante. Stavolta, però, potrebbe esserci qualcosa in più di un semplice esperimento di stile e la più prestazionale tra le Serie 2, con i suoi 370 cavalli del motore 3 litri turbo, potrebbe davvero trasformarsi in cabriolet.

    I più attenti hanno notato la specificità di BMW nel presentare la M2 seguita da Coupé. Quale motivo, se non la previsione futura dell’alternativa scoperta? A questo particolare si aggrappano quanti credono nella possibilità di un’altra variante di M2.

    In fondo, la gamma delle versioni coupé e cabrio si sovrappone perfettamente, quanto a motorizzazioni offerte, non altrettanto sul versante delle trasmissioni, mancando l’integrale per la Serie 2 cabrio.

    Passando ai contenuti di stile del rendering, è stato “semplice” tirar fuori una BMW M2 Cabrio: paraurti anteriore, badge dedicati, cerchi da 19 pollici, terminali di scarico in bella mostra e un piccolo nolder sul cofano posteriore mutuati dalla variante chiusa. L’unica differenziazione, l’assenza del tetto, sostituito dalla capote in tessuto, un punto a favore se si pensa all’esaltazione del sound nella marcia con capelli al vento, un aspetto, invece, che potrebbe far storcere il naso ai puristi della guida più impegnata, a mettere in dubbio i kg extra che la cabrio sarebbe destinata a portarsi dietro.

    Uscita di Bmw M2 cabrio, il rendering

    Nel corso del prossimo anno potrebbero esserci interessanti novità legate al futuro della famiglia BMW M2.