Motor Show Bologna 2016

BMW M3 GTRS3 allestita da Vorsteiner

BMW M3 GTRS3 allestita da Vorsteiner

Il tuner americano Vorsteiner ha allestito una nuova versione della Bmw M3, in assetto corsaiolo

da in Tuning
Ultimo aggiornamento:

    M3 GTRS3

    Dagli USA arriva una novità che riguarda l’elaborazione di una vettura già, di per sé, sportiva: la Bmw M3. Ebbene, adesso, il tuner americano Vorsteiner realizza la trasformazione dell’auto utilizzando, a piene mani, fibre di carbonio. La rivisitazione della M3 riguarderà soprattutto la carrozzeria, vista la pressoché intoccabilità del reparto motore, peraltro oggetto di elevate elaborazioni proprio della M3, il settore ingegneristico che si occupa delle versioni corsaiole della Bmw.

    La produzione di questa vettura è limitatissima: si conteranno, alla fine, solo 100 esemplari che usciranno dalle officine Vorsteiner. Rispetto alla serie M3, la vettura incattivita dal carrozziere avrà un paraurti anteriore di dimensioni più generose, con annesso un nuovo elemento e delle prese d’aria più larghe, per consentire un’ottima canalizzazione verso il circuito di raffreddamento, sia del motore sia dei freni. In aggiunta, vi sarà uno spoiler di maggiori dimensioni all’avantreno.

    La matita del disegnatore ha proseguito nel tratteggiare dei codolini ai parafanghi, che appaiono larghi e che danno alloggio ad un pneumatico Michelin Pilot PS2 altrettanto largo, montato su cerchi in lega V308, scomponibili in tre parti e a razze concave.

    Completano la visione aggressiva della vettura due minigonne di ampio disegno che muscolarizzano il fisico della M3. Per finire, sono applicate sul cofano delle prese d’aria stile racing. Il tuner ha voluto una serie di considerazioni personalizzate che riguardano l’abitacolo e che lo rendono stile “race”.

    Meccanica – Sul motore e sulla sua potenza esistono delle considerazioni contrastanti. Ma, di sicuro, la M3 di Vorsteiner pare che vanti la bellezza di 500 Cavalli, ben 80 Cv in più di rispetto a quelli erogati dal V8 di 4.0 litri di serie. L’aumento di potenza è stato raggiunto utilizzando una centralina elettronica ECU; un nuovo sistema di scarico costruito in titanio ed un filtro dell’aria di nuova concezione. Il risultato ottenuto è una velocità massima di 330 km/h. Si pensa che nello scatto da 0 a 100 km/h, la lancetta del cronometro si fermi ampiamente sotto i 5 secondi.

    434

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Tuning

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI