Motor Show Bologna 2016

BMW M4 DTM Champion Edition: motore da GTS, look da DTM [FOTO]

BMW M4 DTM Champion Edition: motore da GTS, look da DTM [FOTO]

E' l'omaggio di BMW M al titolo di Marco Wittmann. Ne saranno realizzati solo 200 esemplari

da in Allestimenti speciali, Auto 2016, Auto nuove, Auto sportive, Bmw, Bmw m4, Coupè
Ultimo aggiornamento:

    Da BMW M4 GTS alla personalizzazione per celebrare il titolo nel campionato turismo tedesco di Marco Wittmann. BMW M4 DTM Champion Edition sarà disponibile in un numero limitato di esemplari, 200 appena, con un prezzo di partenza fissato in 148.500 euro (in Germania) – in Italia la GTS parte da 153.000 euro – e tanti piccoli accorgimenti che la differenziano dalla più potente e specializzata tra le M4. Novità estetiche, principalmente, come la tinta Alpine White, l’unica disponibile, caratterizzabile dal tricolore BMW M sulla fiancata, il tetto e sopra le minigonne, che sfoggiano un inserto in fibra di carbonio.

    Dov’è presente, è stata lasciata con tramatura lucida a vista, così ecco lo splitter anteriore – potrebbe sembrare identico a quello della M4 GTS ma è differente, in realtà, la porzione centrale – i deviatori di flusso verticali e i flicks davanti alle ruote anteriori, da 19 pollici e abbinate ai 20 pollici del retrotreno. Finitura specifica, grigio scuro, per il set, gommato Michelin Pilot Sport Cup 2, nella misura differenziata 265/35 R19 e 285/30 R20. L’assetto vanta sospensioni con gruppo molla-ammortizzatore registrabile in compressione ed estensione.

    Fibra di carbonio anche per le calotte degli specchietti – a oscuramento variabile così come il retrovisore interno – il tetto e l’ala posteriore, diversa dalla GTS perché priva dei supporti verticali lavorati dal pieno e per il profilo differente.

    In coda, diffusore in CFRP, polimero adottato anche sul cofano motore, e terminali di scarico in titanio.
    Il motore 3 litri sei cilindri in linea Twin Power Turbo copia i cavalli della GTS, quindi 500, con 600 Nm di coppia massima, sufficienti per fare i 305 orari autolimitati e accelerare da zero a cento in 3″8. Per fermarsi, impianto carboceramico di serie, all’interno di una dotazione standard che include i fari posteriori OLED, gli anteriori a led adattivi con sistema di abbaglianti anti-riflesso, sedili sportivi con struttura in fibra di carbonio e rivestimento in pelle Merino e Alcantara – a rivestire anche tutta la plancia, la cui struttura di supporto è in CFRP – volante con tacca centrale, cinture a sei punti (più le classiche, con tricolore BMW M) e rollover di irrigidimento al posto dei sedili posteriori. Non mancano nemmeno il navigatore Professional e l’impianto di climatizzazione.

    384

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Allestimenti specialiAuto 2016Auto nuoveAuto sportiveBmwBmw m4Coupè

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI