BMW M5, tanti tasti, tanti spunti, tante emozioni….

da , il

    BMW M5

    Ha tanti tasti, ma non è un pianoforte né una calcolatrice, parliamo invece della BMW M5 nell’ultimo allestimento presentato quest’anno e disponibile nello stesso periodo. Parliamo, dunque, della versione che monta un propulsore da 5 litri a 10 cilindri capace di sprigionare i suoi indomabili 500 cavalli imbizzarriti.

    Ben visibili, accedendo in vettura, i primi tasti alloggiati vicino allo sterzo il cui azionamento regola il controllo di stabilità in tre diverse soluzioni riferibili alle sospensioni conferendo ad esse il diverso grado di rigidità a seconda degli usi. Un altro tasto ancora e agiamo sulla trasmissione elettronica. Il tutto può venire agevolmente letto su apposito monitor dove seguire e comandare le diverse funzioni attraverso un menu, è cosa da ragazzi….. Certo tutto ciò non è una novità, visto che qualcosa del genere era stato visto anche su Nissan e Toyota, ma in BMW ci pare tutto molto più sofisticato e attraente.

    Comunque alla Casa bavarese ci tengono a far sapere l’importanza di questa berlina di quasi due tonnellate di peso che accelera da 0 a 100 orari in soli 4 secondi con una progressione della velocità che genera un piacevole strepito in un tripudio di suoni provenienti dal motore che magnifica la velocità, al variare dei giri del motore. Un motore che non da mai segni di affaticamento o indurimento durante l’uso in qualunque condizione; lo stesso propulsore che verrà montato sullo stesso modello in versione coupè, con lo stesso cambio a sette rapporti e i potenti freni a disco sulle quattro ruote.

    La M5, rispetto alla berlina da cui trae ispirazione, monta dei bei cerchi in lega leggera da 19 pollici, posteriormente sono ben visibili i doppi scarichi cromati, cromature che, sia pure in veste diversa, all’interno, arricchiscono l’abitacolo con degli spunti gradevolissimi in alluminio quali cornici del quadro e della strumentazione in generale.

    Parliamo di un’auto che si rivolge ad una clientela danarosa che avrà la fortuna di assaporare il brivido di prestazioni emozionanti, pur viaggiando in una lussuosa e piacevolissima berlina.