Salone di Parigi 2016

BMW Z4 Coupè, irrefrenabili emozioni!

BMW Z4 Coupè, irrefrenabili emozioni!
da in Auto nuove, Bmw, Bmw z4, Coupè
Ultimo aggiornamento:

    Vedremo nel 2007 il concept car BMW Nuova Z4 coupè. Adesso riusciamo soltanto ad immaginare i fans della Casa tedesca e gli amanti di questa classe di vetture in rapidissima fibrillazione davanti le foto dell’ auto, soprattutto dopo aver visto l’ anteprima dell’ AUDI TT, con la quale BMW ha inteso confrontarsi da subito. Anche quest’ ultima, come la prima, presenta prestazioni di gran rilievo, 250 Km/h e 5,7 secondi per raggiungere i 100 Km/h. e alla fine la scelta su Bmw o su Audi, sarà solo una questione di gusti soggettivi.

    Al Salone dell’Auto di Francoforte occhi sgranati
    E’ indubbio, però, che Z4 colpisce tanto chi la osserva. Qualcuno l’ ha definita una scultura, dalle linee “ setate e lucide “ e dev’ essere stato tanto grande quest’ impressione trasmessa dall’ auto al Salone di Francoforte, dov’ era esposta, che la stampa, quasi sempre morigerata nei giudizi, ha acceso gli animi di quanti visitavano la rassegna automobilistica tedesca, certo è che bisogna dare atto ai progettisti tedeschi d’ esser riusciti a delineare un’ auto che simboleggiasse nelle forme e nella personalità il rinato fascino dell’ automobile, senza compromessi nati dalle logiche di mercato e senza troppo badare, stavolta, alla concorrenza. Ed è proprio questo lo spirito che ha animato le felici matite dei creatori di quest’ auto compatta e agile, una due posti dalle forme classiche e dalla tecnologia d’ avanguardia. Da qui a dire che la Z4 sarà la diretta concorrente della “ TT “, ce ne passa, ma se l’ obiettivo era mettere in crisi l’ utente nella scelta fra i due modelli, diciamo che , almeno quello, è stato centrato.

    Iniziamo col dire che la BMW non s’è voluta lanciare in forme rivoluzionarie dalle linee shoccanti, cercando di mantenersi, invece, in una classicità di immagine senza fronzoli che nel complesso racchiudono il lavoro stilistico riscontrabile in tutta la recente produzione. Allungato il cofano motore contrapposto, con gli sbalzi posteriori che sono stati mantenuti corti e un po’ tronchi. Una giusta scelta che coniuga le doti di potenza e agilità sprigionate dal potente 6 cilindri, un orientamento che consente alla coupè BMW quell’ agilità di marcia mista all’ ottima tenuta di strada accentuata dalle forme particolari dell’ auto in tutto il suo complesso. L’ emozione, comunque, coglie l’ automobilista fin dalla prima accelerata, quando si comincia a percepire la rotondità del propulsore 3.000 che eroga 256 Cv, con una coppia massima di 315 Nm. Alla guida la Z4 è entusiasmante, agile, veloce, robusta e soprattutto sicura, assistita da un impianto frenante memorabile che scarica la potenza in modo graduale e deciso.

    Stesso discorso per il sofisticato servosterzo elettrico EPS.
    Nulla poteva essere concepito su Z4 se non la perfezione, la stessa riscontrabile negli interni, dove la cura dei particolari è estremizzata negli esclusivissimi e morbidissimi materiali impiegati per fare di ogni Z4 un pezzo unico e irripetibile. Innanzitutto i colori, studiati affinché con la carrozzeria si crei una contiguità di tonalità senza sbalzi e contrasti tanto odiosi ai fini dell’ estetica. Il risultato, una vettura accogliente, comoda e morbida al contempo.

    Con i giochi di luce che si vengono a creare nell’ abitacolo, la vettura sembra più spaziosa di quello che in effetti è. La sensazione tattile di tipo setato è data proprio dalla selleria in pelle lucida, che contrasta il cuoio per il vano gambe e la pedaliera in alluminio. E la riprova che nulla è stato lasciato al caso, ce lo dimostrano le parti meno in vista della Z4, il bagagliaio, ad esempio, curato alla stregua delle parti più visibili e toccate. Un’ occhiata veloce noterà, immediatamente, la cura, quasi artigianale, che è stata riposta in quest’ auto. Dalle razze del volante, ai dispositivi interni di apertura delle portiere, ai comandi della climatizzazione. Uno sforzo stilistico come a voler creare un pezzo costruito e rifinito ad hoc per ogni acquirente, dove l’ elevato confort, le brillantissime prestazioni sembrano superate dall’ ammirazione di chi si ferma a guardare quest’ auto, trasferendo in essa quella voglia di possederla, irrefrenabile desiderio inconscio di possesso.

    687

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveBmwBmw z4Coupè Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI