NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Bollo auto 2014: calcolo e pagamento all’Aci

Bollo auto 2014: calcolo e pagamento all’Aci

Il 2014 è già iniziato ed è bene fare un focus sugli aspetti che riguardano il bollo quest anno: si va dal pagamento passando per la prescrizione, senza poi dimenticare il calcolo

da in Bollo auto, Consigli e Guide
Ultimo aggiornamento:

    bollo auto 2014

    Anno nuovo, bollo nuovo. Così si potrebbe riassumere l’inizio di un nuovo anno per ogni automobilista residente in Italia. Il bollo auto è la tassa automobilistica che viene versata direttamente alla regione della Repubblica in cui l’auto viene immatricolata. Il 31 gennaio è quindi l’ultimo giorno in cui pagare questa tassa per non incorrere in sanzioni amministrative che prevedono un extra da pagare a seconda dei giorni trascorsi dalla scadenza del pagamento. Se il bollo viene pagato entro 30 giorni successivi alla scadenza, la sanzione sarà del 3% rispetto al pagamento prefissato. Somma a cui vanno aggiunti gli interessi legali giornalieri. Dal trentesimo giorno e non oltre un anno, la sanzione sale a 3.75% a cui si vanno a sommare, come detto sopra, gli interessi legali giornalieri. Chi effettuasse il pagamento con oltre un anno di ritardo, l’extra da pagare sarà del 30% più gli interessi per ogni semestre di ritardo.

    Pagamento del bollo

    Il pagamento del bollo può essere effettuato in svariate attività autorizzate a svolgere tali pratiche automobilistiche, quali le agenzie di pratiche auto (scelta sempre più consigliata), banche, poste e tabaccai. Tuttavia solo ed esclusivamente nelle suddette agenzie di pratiche auto possono essere corretti in tempo reale dati registrati in maniera errata nel sistema. Questo servizio messo a disposizione è quindi da preferire agli altri onde evitare spiacevoli inconvenienti che possono sempre verificarsi quando vengono riempiti documenti amministrativi.

    Calcolo del bollo

    Il bollo auto viene calcolato in base alla potenza del veicolo (espressa in kilowatt) e all’impatto che questo ha sull’ambiente, vale a dire la categoria di emissione di anidride carbonica che va da Euro 0 a Euro 6. Questi dati vengono riportati sul libretto di circolazione.

    Per conoscere la cifra esatta della tassa che si andrà a pagare sulla propria auto, è possibile visitare il sito dell’Agenzia delle Entrate specificando la potenza del veicolo e il numero di targa. Inoltre, sempre sul sito dell’AdE, è possibile seguire passo passo i pagamenti. Ricordiamo infine che il bollo auto rappresenta una tassa di possesso, pertanto è da pagare anche se l’auto rimane in garage un anno intero.

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bollo autoConsigli e Guide
    PIÙ POPOLARI