Bollo auto, attenzione alle scadenze!

Occhio alle scadenze

da , il

    Bollo auto

    Da quando il bollo auto s’è trasformato in tassa sul possesso, come tutti sanno, questo tributo va pagato, indipendentemente dall’utilizzo dell’auto stessa.

    C’è inoltre da dire che dal 1° gennaio 1999 spetta alle regioni, Legge 449/1997, riscuoterlo, così come provvedere alle sanzioni e quant’altro ed inoltre, l’antico calcolo sui cavalli fiscali è stato sostituito con la potenza effettiva desunta dal libretto di circolazione, Legge 449/1997 art.17 o sui cavalli vapore nel caso di auto immatricolate prima del 1981.

    Premesso tutto quanto detto, la scadenza del 30 aprile andava pagata entro il 30 maggio e ricordiamo che se l’autoveicolo si acquista in prossimità della scadenza a ridosso dell’ultimo giorno utile, a pagare sarà l’acquirente, così come se, comprando l’auto col bollo non ancora scaduto, ci si rifà al precedente pagamento della tassa per proseguire i successivi pagamenti.

    Anche in caso di auto usata venduta da un rivenditore che abbia attuato l’interruzione del pagamento, le regole equiparano le obbligazioni alla stregua dell’acquisto delle auto nuove.