Bollo auto storiche: calcolo importo

Scopriamo come si fa a calcolare quanto pagare per il bollo delle auto storiche. Tutto sul calcolo dell'importo del bollo per le auto d'epoca.

da , il

    Bollo auto storiche: calcolo importo. In questo articolo vogliamo parlare di tutta la parte relativa all’importo da pagare per la tassa di possesso sulle auto d’epoca. Prima di tutto dobbiamo precisare che con la legge finanziaria regionale per il 2015 (L.R. n. 9/2015) è avvenuta la soppressione dell’esenzione prevista fino alla fine del 2015 per i veicoli cosiddetti “storici” ultraventennali, che hanno cioè compiuto 20 anni dalla data di immatricolazione, ma non ancora 30 anni dall’anno di costruzione. Restano, invece, le agevolazioni per le auto o moto di oltre 30 anni. Per tutti i dettagli vi rimandiamo all’articolo dedicato: bollo auto storiche: chi deve pagarlo regione per regione. Chiarito questo punto, vediamo come si fa a calcolare l’importo da pagare per la propria vettura di interesse storico.

    Quanto costa il bollo di un’auto storica

    Per calcolare quanto ci sia da pagare per la nostra auto storica è piuttosto semplice. Tanto per cominciare dobbiamo controllare quanti kW (o cavalli) abbia la nostra auto, operazione che possiamo benissimo fare guardando nel libretto di circolazione. Successivamente dobbiamo moltiplicare questo numero per il costo unitario (euro per singolo kW o euro per singolo cavallo) previsto ed il gioco è fatto. Le tariffe unitarie €/kW variano in funzione della normatica antinquinamento (Euro) e sono le seguenti:

    • Euro 0: 3,00€/kW fino a 100kW e 4,50€/kW per l’eccedenza
    • Euro 1: 2,90€/kW fino a 100kW e 4,35€/kW per l’eccedenza
    • Euro 2: 2,80€/kW fino a 100kW e 4,20€/kW per l’eccedenza
    • Euro 3: 2,70€/kW fino a 100kW e 4,05€/kW per l’eccedenza
    • Euro 4, 5 e 6: 2,58€/kW fino a 100kW e 3,87€/kW per l’eccedenza

    Tenete presente che per convertire il numero di cavalli in kW basta dividere per 0,736. Tipicamente, visto che parliamo di auto storiche probabilmente stiamo anche parlando di un’auto Euro 0 o, al massimo, Euro 1. Se non siete sicuri di che classe antinquinamento sia la vostra auto, potete controllare anche in questo caso sul libretto di circolazione.

    LEGGI ANCHE: Bollo auto storiche: chi deve pagarlo regione per regione

    Calcolo importo bollo online

    Calcolare il bollo dell’auto d’epoca con la formula che abbiamo appena descritto può essere noioso. Possiamo, invece, usare un utile strumento online offerto sul sito dell’Agenzia delle Entrate, che permette di calcolare l’importo esatto da versare usando solo il numero di targa. Di seguito vi spieghiamo come si usa: il link diretto alla pagina lo trovate cliccando qui. In alternativa ecco i passaggi per arrivarci collegandosi al sito: nella home page dovremo cliccare sul tab “servizi online”, come riportato nell’immagine qui sotto.

    Nella schermata che ci si apre dobbiamo cliccare su “servizi fiscali”, come potete vedere nell’immagine qui sotto.

    Fatto questo dobbiamo cliccare su “calcolo del bollo e controllo dei pagamenti effettuati”, come riportato nell’immagine qui sotto.

    A questo punto non ci resta che cliccare su “calcolo del bollo in base alla targa”, come illustrato qui di seguito.

    A questo punto ci troviamo di fronte questa schermata qui:

    Nel menù a tendita per la “categoria del veicolo” dobbiamo scegliere se stiamo cercando di calcolare il bollo di un’autoveicolo, motoveicolo o rimorchio. Fatto questo, nella casella poco più in basso inseriamo il numero di targa. Fatto questo dobbiamo solo più inserire il “codice di sicurezza” raffigurato nell’immagine (per dimostrare di essere una persona fisica e non un computer). Per finire dobbiamo cliccare su “calcola importo”.

    LEGGI ANCHE: Bollo auto storiche 20 anni: esenzione e chi ne ha diritto, regione per regione