Bonus e incentivi alla rottamazione, arriva la fiducia

ottiene la fiducia al senato il decreto legge che comprende anche le misure e gli aiuti al mercato automobilistico italiano

da , il

    incentivi bonus rottamazione

    E’ diventata finalmente legge il decreto che conteneva i correttivi e gli aiuti economici governativi a supporto dell’economia nazionale, compreso il mercato dell’auto e della moto con bonus e incentivi alla rottamazione.

    Passa quindi il vaglio del Senato e si concretizzano in via definitiva i bonus e gli incentivi che già erano stati anticipati da qualche tempo. Lo stanziamento economico per il comparto auto e moto supera il miliardo di euro e ovviamente ad essere maggiormente incentivate sono le automobili ecologiche e i motocicli e ciclomotori di ridotte potenza e cilindrata.

    Un capitolo molto interessante è quello che la neonata legge dedica alle automobili alimentate con carburanti alternativi a gasolio e benzina e alle automobili elettriche e ibride. I bonus per queste tipologie sono più consistenti e arrivano, in alcuni casi, a raddoppiare rispetto le automobili ad alimentazione per così dire tradizionale.

    Proviamo a riassumere nel modo più comprensibile e soprattutto quantificare il valore di questi bonus ed incentivi.

    Acquisto di automobili a benzina o gasolio

    Rottamando un’automobile Euro 0, 1 o 2 per l’acquisto di una Euro 4 o 5 il bonus è di 1.500 Euro; ulteriori 500 euro qualora l’auto emetta meno di 120 gr./km di CO2.

    Acquisto di automobili ad alimentazione alternativa

    Se l’automobile da acquistare alimentata a GPL, Metano o elettrica il contributo è incrementato di ulteriori 1.500 euro inoltre se si acquista una vettura ad alta efficienza, quindi con livelli di emissioni inquinanti inferiori ai 120 gr/km (quindi vi rientrano le auto) l’incentivo è maggiorato di ulteriori 500 euro. Quindi nel migliore di casi l’aiuto statale si quantifica in 3.500 euro.

    Trasformazioni da benzina a GPL o Metano

    Chi possiede una vettura con più di dieci anni, quindi che rientra nelle categorie rottamabili, può beneficiare di un contributo qualora volesse convertirne l’alimentazione. Nel caso del GPL il contributo è di 500 euro, se si tratta di Metano 650 euro.

    Due ruote

    Contributo unico di 500 euro per veicoli ciclomotori e moto. Queste ultime beneficiano dell’incentivo se inferiori a 400 cc. di cilindrata o 60 Kw di potenza.

    L’acquisto delle nuove auto va formalizzato entro il 31 dicembre 2009.