Buick Regal 2014: anticipato in America il restyling dell’Opel Insignia [FOTO]

Al Salone di New York 2013 (29 marzo – 7 aprile) sarà presentata in anteprima la nuova Buick Regal 2014, versione facelift

da , il

    Alla precedente edizione del Salone di New York è stata presentata in anteprima la nuova Buick Regal 2014, versione facelift. Se avete notato una certa somiglianza con l’Opel Insignia (galleria fotografica sottostante) non avete sbagliato: infatti la grossa berlina Buick è la variante d’oltreoceano, per così dire, della vettura del Fulmine. Infatti le due vetture sono praticamente la stessa auto e differiscono esclusivamente per pochi particolari: in questo senso, infatti, possiamo anticipare in modo abbastanza preciso quello che sarà il restyling dell’Opel Insignia, più volte sorpreso all’interno di foto spia. Dal punto di vista stilistico, come avevamo già anticipato da tempo, il posteriore segue le orme della cabriolet Opel Cascada, specialmente per quanto riguarda il design dei gruppi ottici e del listello cromato sul baule. La coda ha adesso un aspetto decisamente più moderno e personale, che sicuramente non potrà che portare giovamento all’immagine sia della Opel che della Buick.

    Mentre le fiancate della Buick Regal/Opel Insignia restyling restano praticamente invariante, il frontale è la parte che più differisce tra le due vetture. Sulla Opel, infatti, saranno diversi nella forma i gruppi ottici (ancora una volta ispirati a quelli della Cascada), la mascherina e lo scudo paraurti. Tra le immagini potete notare anche la presenza del facelift sulla versione sportiva della Buick Regal, ossia la GS. Questa non è altro che una sorta di corrispettiva americana della Opel Insignia OPC. Dal punto di vista meccanico, la variante pepata, stranamente, perde cavalli: la potenza massima passa dai precedenti 270 cavalli a quota 259 CV sviluppati da un quattro cilindri in linea da 2.0 litri di cilindrata, pur mantenendo una coppia motrice di 400 Nm come in passato. Considerando che la OPC monta un altro motore, un 2.8 V6 turbo da 325 cavalli, questo significa che non dovremmo trovare novità di sorta nel listino della tedesca di Rüsselsheim. Tornando a parlare della Buick, il resto della gamma, invece, rimane inalterato: troviamo la Turbo con un 2.0 litri sovralimentato da 220 CV ed un 2.4 litri aspirato da 182 cavalli. I cambi sono manuali o automatici, in entrambi i casi con sei velocità.

    Gli interni prevedono una nuova console centrale con comandi dal design rinfrescato, ma anche una nuova strumentazione. Il tutto è condito dall’uso di differenti rivestimenti. Dal punto di vista della sicurezza devuttano molti sistemi per l’assistenza alla guida: Rear Cross Traffic Alert, Lane Change Alert, Side Blind Zone Alert, Lane Departure Warning, Forward Collision Alert and Collision Mitigation Braking. Nessuna novità particolare, insomma, ma solo un trattamento di bellezza di metà carriera per continuare a rimanere un prodotto appetibile per il mercato.