NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Byd: due auto a Shangai per l’Occidente

Byd: due auto a Shangai per l’Occidente

non sembra che a differenza delle altre volte i costruttori cinesi vogliano sfondare l’Occidente con auto qualsiasi, stavolta la Byd per l’Italia prevedrà solamente veicoli ad energia alternativa, nello specifico due ibride ed un’elettrica

da in Auto Elettriche, Auto Ibride, Berline, Salone auto
Ultimo aggiornamento:

    L’entusiasmo e l’energia i cinesi della Byd, grande Casa automobilistica del Paese della Grande Tigre, ce l’hanno tutta, bisogna soltanto vedere se i tempi saranno maturi per considerare la possibilità di un loro ingresso in Europa, Italia compresa, come auspicato dal marchio cinese.

    Oltretutto non sembra che a differenza delle altre volte i costruttori cinesi vogliano sfondare l’Occidente con auto qualsiasi, stavolta la Byd per l’Italia prevedrà solamente veicoli ad energia alternativa, nello specifico due ibride ed un’elettrica pura e si potrebbe anche stare tranquilli sulla qualità di queste automobili visto che l’esperienza del marchio nella costruzione di batterie è molto avanzata.

    Il risultato potrebbe essere la Byd F3DM, una berlina ibrida con una buona autonomia di marcia che consente di percorrere un centinaio di chilometri sfruttando solamente il motore elettrico che aggiunto ai 400 chilometri a benzina darebbe la possibilità di percorrere 500 chilometri complessivi utilizzando i due propulsori.

    La Byd F3DM, che come design non impressiona più di tanto, ha una potenza complessiva di 170 cavalli con buone doti prestazionali. Sia la Byd F3DM che la F6DM sono esposte al Salone di Shangai,

    La seconda berlina è di dimensioni maggiori e sfiora quasi i 5 metri di lunghezza e a questa si aggiungerà un’elettrica pura che godrà di un’autonomia di marcia di circa 300 chilometri.


    Dunque, ancora una volta, nel bene o nel male i cinesi potranno preoccupare l’Occidente? Forse, ma con queste auto, finchè non verranno risolti i problemi dei tempi di ricarica che sono elevatissimi, anche 20 ore, è difficile impensierire più di tanto i competitors, visto che, per dirne solo una le batterie utilizzate da queste vetture non sono neanche agli ioni di litio come ci si sarebbe aspettati.

    E su quest’ultimo punto è viva la polemica; i cinesi sostengono che le batterie agli ioni di litio sono destinate ad esplodere, Mercedes, che proprio a Shangai ha presentato la S400 Hybrid ancora in veste di concept car, la pensa nel modo contrario, visto che la vettura monta batterie agli ioni di litio e noi ci fidiamo di più del costruttore tedesco!

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto ElettricheAuto IbrideBerlineSalone auto
    PIÙ POPOLARI