Motor Show Bologna 2016

Cabrio e Spider in commercio 2016: le migliori auto in vendita in Italia [FOTO]

Cabrio e Spider in commercio 2016: le migliori auto in vendita in Italia [FOTO]
da in Auto 2016, Auto nuove, Cabrio e spider, Mercato Auto
Ultimo aggiornamento: Giovedì 17/11/2016 15:38

    Fiat 124 Spider

    Cabrio e Spider in commercio 2016. Quale altro genere di auto può suscitare un certo tipo di emozioni come una cabriolet? Nessuna. Per gli amanti del genere, la cabrio è sinonimo di libertà, uno stile di vita fatto di vento tra i capelli, Sole che ti bacia la pelle e un sound che ti riempie le orecchie e che ti appaga i sensi. Quest’anno si cominciano a vedere sul mercato delle nuove interessanti varianti di questo segmento dell’automobile, molte Case hanno deciso di investire e di puntare su questo settore, così possiamo dire di avere un gran bel imbarazzo della scelta. Proviamo a scoprire quali sono le più interessanti vetture cabriolet in vendita sul mercato italiano.

    Non ha bisogno di presentazioni, la Mini Cabrio è nell’immaginario collettivo la segmento B più cool in commericio. La nuova generazione ha portato dei miglioramenti evidenti, in termini di contenuti e prestazioni, senza però snaturare quelle che sono le principali prerogative di questo modello. La capote rimane in tela, come vuole la tradizione, mentre crescono le dimensioni. La Mini Cabrio è basata sul pianale della nuova coupè a tre porte, così la lunghezza è cresciuta di 98 mm, mentre la larghezza di 44 mm. Questo generale aumento delle dimensioni ha generato qualche nuovo beneficio, a partire da un bagagliaio più capiente: 160 – 215 litri a seconda di come teniate la capote. Quest’ultima, come abbiamo anticipato prima, è in tela e ad azionamento elettronico e si può aprire in 18 secondi fino a 30 km/h di velocità. Se si vuole godere appieno della bontà di questa vettura bisogna optare per il motore 2.0 litri da 192 cavalli della Cooper S, che regala anche prestazioni di rispetto con un’accelerazione da 0-100 km/h in 7,2 secondi e 230 km/h di velocità massima. Il consumo non è nemmeno dei peggiori, si riescono a percorre 16 km con un litro di benzina. La trasmissione è manuale a sei marce. Il prezzo parte da 30.100 euro.

    Volkswagen Maggiolino Cabrio

    In Italia non è apprezzata quanto in realtà dovrebbe essere, perché si parla di un modello chiaramente ispirata a quell’icona mondiale che è il Maggiolino del passato, ma questo è moderno, bello e funzionale. Il Volkswagen Maggiolino Cabrio non è altro che una vettura di Segmento C, perciò le sue dimensione sono di vettura di tutto rispetto, non è un giocattolino. La capote è in tela, si apre in 9 secondi e si fa un figurone a bordo di questa vettura, che risulta comoda anche per quattro. La parentela con la Golf, non è un elemento secondario. Per quanto riguarda le prestazioni, il Maggiolino non spicca particolarmente, ma con il motore 1.4 litri benzina TSI si raggiungo i 100 km/h da 0, in 9,1 secondi. Questo motore turbo spinge quanto serve, ha un bel sound e consuma relativamente poco, 16 km con 1 litro, che diventano oltre 17 se la vettura è provvista di cambio automatico DSG. Il sistema di infotainment Discover Media è di prima qualità, come il prezzo che è da stellina del firmamento, si parte da 30.050 euro.

    Mercedes-Benz SLC

    Bisogna dire addio alla nomenclatura SLK per far posto a SLC, per sottolineare maggiormente il legame di questa roadster con la Classe C. Non sarà facile dimenticare la SLK, che in vent’anni di onorata carriera ha collezionato 670.000 esemplari venduti in tutto il Mondo, di cui 41.300 solamente in Italia. La nuova Mercedes-Benz SLC non lascia da parte il passato, anzi ne riprende con forza quelli che sono gli elementi caratteristici, a partire dal tetto rigido ripiegabile. Nel 1996 fu una vera e propria rivoluzione, la SLK cambiò il modo di vivere la roadster, tanto che anche molte altre case cominciarono ad utilizzare la soluzione del tetto rigido ripiegabile. Oggi la SLC aggiunge un qualcosa in più, cioè il tetto panorama MAGIC SKY CONTROL, un tetto in vetro che si oscura completamente o diventa trasparente alla semplice pressione di un pulsante. Parliamo dei propulsori della nuova Mercedes-Benz SLC: la vera novità è l’introduzione di un piccolo 1.6 litri da 156 CV a benzina, che sarà allestito sulla SLC 180. Si tratta di un motore interessante perché i suoi consumi saranno ridotti, si parla di 5,6 litri ogni 100 km, ma le prestazioni non sono male compiendo uno 0-100 km/h in 8 secondi. Ma il miglior compromesso tra la scelta dei motori ricade sicuramente sul 2.0 litri da 184 cavalli, che garantisce ottime prestazioni e consumi non troppo esagerati. Prezzi, per Mercedes-Benz SLC 200, da 42.000 euro.

    Mazda MX-5

    La prima generazione ha sconvolto il Mondo, è stato un successo interplanetario ed oggi è una classica che fa gola a tanti. Ma il suo fascino non è mai scemato, nemmeno con le sue generazioni seguenti, che hanno continuato nel solco lasciato dalla Mazda MX-5 di oltre 25 anni fa. Oggi la nuova generazione ha fatto breccia nei cuori di tanti, perché la sua linea pulita e la solita impostazione con trazione posteriore e peso ridotto, la fanno una delle spider più gettonate del mercato. Il motore più interessante è il 4 cilindri 1.5 aspirato Skyactiv-G a iniezione diretta di benzina, in grado d’erogare 131 cv e 150 Nm. Scatta da 0 a 100 km/h in 8,3 secondi e percorre mediamente 16,7 km/l. Mazda MX-5 1.5 Skyactiv-G vede il listino partire da 25.300 euro.

    Bmw Z4

    La BMW Z4 si è convertita al tetto in alluminio, per poter fronteggiare meglio la sua rivale storica l’odierna Mercedes-Benz SLC. In questo modo l’affascinante di Monaco di Baviera si trasforma da coupè a vettura ein plein air in pochi istanti. Ci vogliono 20 secondi per potersi godere la guida con il vento tra i capelli, e in modo se voglio come quasi retrò perché l’impostazione di guida è arretrata e ribassata, è come fare un tuffo nel passato. Il motore 4 cilindri 2.0 turbo a iniezione diretta di benzina da 245 cv e 260 Nm di coppia della versione sDrive28i porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi e una percorrenza media di 14,7 km/l, niente di troppo estremo, ma che si fa apprezzare specialmente nei tratti misti, in cui si possono sfruttare le sue più interessanti peculiarità. BMW Z4 sDrive28i ha un prezzo di 46.900 euro, ma ben spesi.

    Chi non sognava di rivedere una vera Alfa Romeo a due posti secchi con trazione posteriore e prestazioni da capogiro? eccola qua la Alfa Romeo 4C Spider è proprio quello che uno cerca. E’ una vettura targa con il tetto rimovibile, che non accetta compromessi, niente servosterzo o orpelli estetici, la 4C Spider è una vettura nata per le prestazioni e per la guida racing. Il suo motore 1.750 cc e 240 cavalli di potenza, consentono un’accelerazione da 0-100 km/h in 4,5 secondi e 260 km/h di velocità massima. Tutto questo è possibile grazie ad una drastica riduzione dei pesi, fino a 965 kg. Il prezzo è da prima della classe, bisogna staccare 75.000 euro per questa splendida creatura del Biscione.

    E’arrivata la rivoluzione anche in casa Porsche, la nuova 718 Boxster è un vero gioiello di estetica e di tecnica. Per rendere ancora più magica questa vettura è stato ripreso il numero 718, che ha fatto la storia delle competizioni del Marchio tedesco. La rivoluzione sta anche nell’aver mandato in pensione i sei cilindri, per passare ai 4 cilindri abbinati ad un motore turbo da da 300 cv e 380 Nm di coppia. Se qualcuno volesse osare di più può optare per la S che monta un motore 2.5 litri da 350 cv e 420 Nm. La entry level fornisce comunque prestazioni da vera Porsche, perché l’accelerazione da 0-100 km/h è in 5,1 secondi e la velocità massima è di 275 km/h.. Porsche 718 Boxster 2.0 costa 58.213 euro.

    Non possiamo non mettere in questo lungo elenco un modello nuovo ed evocativo al tempo stesso, coma la Fiat 124 Spider. Parente stretta dalla Mazda MX-5 con la quale condivide il telaio, la nuova Fiat propone una linea ispirata alla vecchia 124 Spider, che ha avuto un successo eccezionale tra la fine degli anni ’60 e la metà degli anni ’80. Oggi il centro stile del marchio torinese ripropone una linea retrò, che conquista però al primo sguardo. Caratterizzata dalla trazione posteriore e da un abitacolo a due posti secchi, adotta un 4 cilindri 1.4 MultiAir turbo da 140 cv e 240 Nm di coppia abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti dalla corsa molto corta, a tutto vantaggio del piacere di guida. Il massiccio utilizzo di alluminio e materiali leggeri ha consentito di mantenere la macchina con un peso eccellente, tanto che le prestazioni sono davvero notevoli, con un’accelerazione da 0-100 km/h in soli 7,5 secondi.

    Non passa mai di moda, la Ford Mustang ha una linea inconfondibile ed il simbolo americano a quattro ruote per eccellenza. Con la sua nuova generazione le cose sono migliorate, in Europa sta spopolando ed anche in Italia possiamo finalmente portarcela a casa. Il nuovo 4 cilindri in linea EcoBoost, turbo a iniezione diretta di benzina, da 2,3 litri a fasatura variabile, è in grado di erogare 317 cv e 410 Nm, ed è il propulsore ideale per poter contare su prestazioni brillanti senza dover prendere un mutuo dal benzinaio. Il consumo medio è di 12 km con un litro. Mustang Convertible 2.3 EcoBoost costa 42.000 euro.

    E’ tornata da poco nel listino di Mercedes-Benz, la Classe S Cabriolet mancava dal 1971, e lo ha fatto nell’unico modo che poteva, con l’eleganza e la qualità. Dopo tanti anni di assenza la S Cabrio irrompe nel mercato con intenti bellicosi, perché è stata costruita per essere la più sofisticata, lussuosa e confortevole Cabrio al Mondo. La S Cabrio è una vettura che definire premium è riduttivo, nella filosofia del Marchio di Stoccarda, questa è la macchina definitiva, colei che rappresenta la perfezione. Il design, prima cosa visibile, è in linea con lo stile intrapreso negli ultimi anni da Mercedes, ma reso ancora più inconfondibile ed esclusivo. Le linee della S Cabrio sono molto eleganti, aristocratiche, ma al tempo stesso emanano una forte sportività, elemento imprescindibile per dominare questa nicchia di mercato. I motori della Mercedes-Benz Classe S Cabrio sono un vero e proprio fiore all’occhiello. Partiamo dalla S500 che monta un V8 4.6 litri in grado di erogare 335 kW (455 CV) e di sprigionare una coppia massima di 700 Nm a partire da 1.800 giri/min. Favoloso è il consumo di appena 8,5 litri di benzina ogni 100 km, un risultato eccezionale per una vettura di queste dimensioni e per la sua cavalleria a disposizione. A beneficio delle prestazioni e dei consumi la vettura è abbinata ad un cambio automatico a 9 marce 9G-TRONIC. Prezzo a partire da 149.760 euro.

    1906

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI