Cane in autostrada: responsabile la Società che la gestisce

Cane in autostrada: responsabile la Società che la gestisce
da in Autostrade, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    In autostrada la presenza di un animale vagante è sa ascrivere ad una scarsa manutenzione di chi ha in gestione l'autostrada stessa

    Quante volte ci siamo imbattuti, percorrendo le Autostrade italiane, in animali vaganti, soprattutto cani, spesso lasciati proprio in strada da proprietari criminali e insensibili. E quante volte, proprio gli animali sono stati, oltre che vittime, protagonisti inconsapevoli di incidenti stradali dalle conseguenze anche gravissimi.

    Ebbene, secondo la Legge, proprietari criminali di animali o no, chi sbanda, o ha un incidente in autostrada a causa di un cane che sbuca all’improvviso causando un incidente, sa che responsabile è sempre la proprietaria della autostrada ove il fatto si è verificato. Lo ha stabilito la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione, rifacendosi all’articolo 2051 del Codice Civile, in tema di danno cagionato da cose in custodia.

    La Suprema Corte ha così accolto favorevolmente una Sentenza della Corte di Appello di Torino, aggiungendo che la Società proprietaria dell’Autostrada ha l’obbligo di posizionare idonea recinzione, ai margini della careggiata, provvedendo alla sua manutenzione ordinaria e straordinaria.

    Pertanto, quando non è possibile accertare la presenza di un animale in autostrada a causa di uno sconsiderato che lì lo ha lasciato, si deve presumere che l’animale vi sia entrato approfittando di un varco della recinzione o del mancato controllo alle sedi di ingresso e di uscita della rete autostradale e, dunque, la responsabilità dovrà risiedere nella proprietaria dell’autostrada stessa.

    263

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutostradeMondo autoSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI