Car Sharing Enjoy di Eni a Roma, Milano, Firenze, Torino e Catania: come funziona e quanto costa [VIDEO]

L'ultima novità del Car Sharing Enjoy di Eni riguarda il rifornimento delle auto da parte dei clienti che ti fa guadagnare minuti gratis.

da , il

    Enjoy, il nuovo car sharing di Milano

    L’auto? Solo quando serve con il Car Sharing Enjoy di Eni. Il concetto del car-sharing è alquanto semplice e immediato. Milano è stata la prima realtà italiana per numero di iscritti e servizi offerti, dopo l’offensiva delle Smart di Car2go. Un consorzio tra Eni, Trenitalia e Fiat ha lanciato 650 veicoli, di cui 600 Fiat 500 e 50 Fiat 500L. Dopo il capoluogo lombardo, è toccato anche a Roma, Firenze, Torino e Catania accogliere l’invasione delle Fiat 500. Presentato alla stazione Termini il 4 giugno 2014, la concorrenza a car2go si è trasferita nella capitale.

    Come funziona

    Prezzo chiaro, tutto incluso, di 25 centesimi al minuto: questa la tariffa all-inclusive di Enjoy. Superati i 50 km alla tariffa oraria si aggiunge quella chilometrica, con altri 25 centesimi a chilometro. Se, invece, si sceglie di mantenere attivo il noleggio anche durante una sosta, si mantiene oggi una tariffa di 25 centesimi al minuto. Numeri competitivi, che si scontrano con i 24 o 26 centesimi/minuto di Car2Go. L’altro aggiornamento è legato al prezzo di noleggio di 24 ore: si passa dai 60 euro attuali ai 50 euro che verranno pagati a partire dal 5 aprile, con una percorrenza massima di 50 chilometri. Dunque, l’obiettivo di Enjoy è ridurre i tempi morti e premiare la fedeltà degli utenti. Tra i vantaggi di Enjoy (come per gli altri servizi di car sharing) c’è il parcheggio gratuito sulle strisce blu e quelle gialle, oltre all’accesso libero nell’Area C (a Milano). Inoltre, il rilascio dell’auto può avvenire in qualunque luogo in cui è consentito il parcheggio, oltre alle apposite aree allestite da Eni.

    Non è richiesta alcuna prenotazione dell’auto, visto che si può salire a bordo di una qualunque Fiat 500 Enjoy che si incontra per strada ed è libera. Basterà registrare il tutto con la app per smartphones Android e iOS, oppure, dal sito enjoy.eni.com . Se proprio si vuole prenotare, si dovrà salire a bordo entro 30 minuti.

    Una delle caratteristiche dei veicoli di Enjoy – tutti rossi e con logo in bella evidenza – è la gommatura all season, per non avere sorprese nemmeno sotto la neve.

    Modifiche alla prenotazione

    Dopo una fase di lancio e consolidamento sono arrivati i primi accorgimenti per ottimizzare la formula e riguardano la prenotazione dell’auto. Prima era possibile impegnare l’auto e raggiungerla entro 30 minuti, dopo i quali la prenotazione sarebbe automaticamente decaduta, mentre adesso il lasso di tempo si è esteso fino ad un’ora e mezza. Ma non è gratis. Infatti, trascorsi 15 minuti – nei quali si potrà disdire la prenotazione – dal 16mo in poi verrà applicato un costo di 10 centesimi al minuto per conservarla. Questo vuol dire che l’auto resterà bloccata, ma si pagherà senza utilizzarla. Sarà possibile annullare la prenotazione ma non si potrà potrà scegliere la stessa auto nelle due ore successive.

    Una scelta che da un lato amplia le possibilità di quanti riescono a calibrare gli spostamenti e bloccare un’auto in anticipo, dall’altro accelera il ricambio di noleggi, perché si porta il pubblico ad abbreviare i periodi di blocco senza utilizzo dell’auto e non incorrere in costi extra. E’ anche un disincentivo per le prenotazioni a vuoto, quelle non seguite da un effettivo utilizzo del car sharing.

    Il rifornimento all’auto? Guadagni minuti gratis

    Un’ulteriore novità riguarda il “self-refuelling”, ovvero la modalità di rifornimento delle auto Enjoy da parte dei clienti, che permette l’accumulo di minuti di noleggio. Come? Nella fase di prenotazione, chi visualizzerà un’auto con un livello di carburante al di sotto del 30%, potrà effettuare il pieno di benzina senza costi, perché a pagare ci pensa Enjoy. Nell’era della sharing mobility, anche la gestione delle operazioni di rifornimento avviene tramite app: una volta individuata l’Eni Station abilitata e fermato il veicolo davanti all’erogatore contrassegnato da segnaletica Enjoy, si potrà rifornire l’auto, solo con benzina super (no altri carburanti). Niente costi per il cliente, anzi un voucher in omaggio da 5 euro sarà accreditato sul profilo personale per futuri noleggi.

    Rimini, car sharing “stagionale”

    La mossa di presentarsi per la stagione estiva con 70 Fiat 500 a Rimini è di quelle vincenti. Turisti e riminesi avranno a disposizione la flotta Enjoy dal 2 luglio 2014 e fino a settembre, con le stesse modalità previste per Milano e Roma. Alcune variazioni interesseranno la circolazione (vietata) nelle zone a traffico limitato così come il parcheggio in alcune ricorrenze speciali, come ad esempio la Notte Rosa.

    L’area coperta da Enjoy è pari a 15 kmq, che comprendono il lungomare e i quartieri interni; il parcheggio sarà gratuito sia sulle strisce blu che nei 31 stalli dedicati al car-sharing.