Carbon Rally: in Italia stava per scapparci il morto

Carbon Rally: in Italia stava per scapparci il morto
da in Auto sportive, Codice della strada, Curiosità Auto, Ferrari, Lamborghini, Porsche, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Ferrari Testa Rossa

    Alla faccia della sicurezza stradale, della patente a punti e di tutte le norme che si sono inventati all’interno del Codice della Strada, quando la follia alberga come un germe nella testa di qualche scriteriato non ci sono regolamenti che tengano, solo la repressione e mai più la prevenzione può risolvere alla base certi comportamenti criminali.

    Teatro di quella che poteva trasformarsi in una vera e propria tragedia, l’autostrada A12 tra Rosignano e Sestri Levante dove una Porsche, una Lamborghini ed una Ferrari Testa Rossa se la son data di santa ragione viaggiando a velocità sostenuta, anche oltre i 200 orari fino a tamponarsi. Parrebbe questo lo scenario che si è palesato agli Agenti della Polizia Stradale fin dalle prime indagini condotte, così come sembrerebbe che il trio stesse effettuando una tappa del Carbon Rally, una gara che fa parte di un intero percorso che attraversa parte dell’Europa, Italia compresa, occupando strade aperte al pubblico e, dunque una vera e propria gara clandestina.

    Quasi inutili i primi tentativi della Polizia Stradale di bloccare le vetture che riuscivano a distanziarsi senza alcuna difficoltà dalle veloci auto in dotazione alla Polstrada, vista l’enorme disparità di forze scese in campo fra autocvetture di potenza così diversa; solo il “provvidenziale “ incidente fra due delle auto interessate alla “gara” creava i presupposti per le Forze dell’Ordine per poter aver il sopravvento sugli equipaggi delle auto, due occupanti per ognuna delle vetture in gara, mentre la terza, estranea al sinistro, si dileguava facendo perdere ben presto le proprie tracce.


    La direzione intrapresa dalle auto era il raduno per facoltosi milionari a Montecarlo, ma almeno le due auto coinvolte nel sinistro, al Principato monegasco non ci arriveranno di certo visto che sono state sequestrate, pur se malconcie dopo il violento urto, dalla stessa Polizia. Con odiosa ostentazione di quella sorta di protezionismo cui ritengono di poter contare certi personaggi, per il solo fatto di essere milionari,senza battere ciglio hanno appreso del provvedimento a carico loro e si sono diretti con altri mezzi al raduno di Montecarlo!

    434

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto sportiveCodice della stradaCuriosità AutoFerrariLamborghiniPorscheSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI