Carcere duro per gli automobilisti!

Carcere duro per gli automobilisti!
da in Auto nuove, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Suonare in auto potrebbe costare la... galera!

    Stiamo davvero esagerando in Italia, in una sorta di follia istituzionale che, nel dimostrarsi completamente inerme di fronte al fenomeno della micro-macro-criminalità, non riesce a garantire pene adeguate a chi delinque, a volte in maniera impressionante e barbara, si vedano gli ultimi tragici fatti di cronaca, non riesce a programmare un numero adeguato di extracomunitari e a cacciare quelli che si macchiano di reati terribili, in una sorta di colpevole buonismo e perdonismo, non tiene il giusto tempo in carcere i delinquenti, non adegua in tempo i penitenziari, si accorge all’ultimo momento che sono insufficienti e che è costretto a liberare anche pericolosi criminali, prima del previsto e, poi, esordisce con provvedimenti che se non mostrassero la tragicità di un sistema giudiziario pericolosamente alla deriva, farebbero persino ridere.

    E non parliamo del provvedimento che ha visto il Comune di Napoli promulgare pene pecuniarie spropositate per chi fuma nei parchi, fatto che, di fronte ad una città che affonda nei problemi gravissimi di camorra, smaltimento dei rifiuti, disoccupazione, criminalità a tutti i livelli, stride con l’inasprimento delle pene per chi fuma all’aperto, segno di una debolezza di un sistema che cerca consensi, senza neanche trovarli, in questo modo stolto e privo di significato, di legiferare,destinato a non trovare alcuna applicazione pratica. Ma c’è di più, nella schizofrenica esigenza di dimostrare agli italiani come questa classe dirigente, sia decisa ad agire, anche reprimendo, quando necessario, nel rispetto della Legge, ne propone delle altre che, ci fanno sprofondare in un senso di smarrimento, come accade con la proposta di Legge del deputato UDEUR, Mauro Fabris, sicuramente pretestuosa e paradossale, visto che prevedrebbe, addirittura, il carcere per chi suoni il clacson al semaforo o lampeggi in fase di sorpasso in autostrada.

    L’idea è farneticante, non solo per via dell’incongruenza della pena, ma per gli effetti che avrebbe nel funzionamento della macchina giudiziaria già al collasso.

    Stabilire se si dia un colpo di clakson, per scansare uno che ci viene addosso o perché si voglia strada a tutti i costi, non è per niente semplice e si presta ad una marea di ricorsi per supposti reati destinati alla prescrizione ma, ugualmente responsabili di intasare e collassate i tribunali, più di quanto lo siano già, con aggravi di spesa per i malcapitati e per le casse dello Stato; e meno male che dobbiamo tendere alla riduzione dei costi della Res Pubblica!

    Risultato: nulla di fatto, nessuno ha tenuto in considerazione, l’insana proposta, E, dunque, tranquilli, l’allucinante idea del latore della proposta di Legge è rimasta lettera morta, ma è il gesto che preoccupa; cosa si vuole nascondere intasando i tribunali con Leggi di impossibile e incongruente applicazione, che si faccia luce su cose che si preferisce restino impunite travolti dai tempi di prescrizione?

    505

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI