Chevrolet Volt, disponibile in Italia ad un prezzo di 43.350 euro [FOTO]

Chevrolet Volt, disponibile in Italia ad un prezzo di 43.350 euro [FOTO]
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Chevrolet Volt, foto ufficiali

Eletta da poco Auto dell’Anno 2012 insieme alla sua gemella Opel Ampera, la Chevrolet Volt arriva anche in Italia in una rete selezionata di concessionarie. Inizialmente sarà infatti disponibile solo in alcune città italiane (Torino, Milano, Padova, Roma e Napoli) con lo scopo di far conoscere il suo contenuto tecnologico e saggiare l’interesse del pubblico. Sarà possibile prenotare una prova su strada per poter testare le prestazioni offerte dalla Volt. La gemella dell’Ampera non è certamente un’auto che si fa notare per le sue doti velocistiche, ma nella guida normale non sfigura certo rispetto a tante altre vetture di impostazione tradizionale. La propulsione è affidata ad un motore elettrico da 150 cavalli che, come ogni motore di questa tipologia, garantisce la disponibilità della coppia di 370 Nm a qualunque regime. In General Motors sono fieri di sottolineare che il valore assoluto di coppia, appunto, è pari a quello di una Corvette. Abbinato all’unità elettrica c’è anche un piccolo motore tradizionale a benzina, da 1,4 litri di cilindrata e 86 cavalli di potenza, che ha il compito di funzionare da range extender ricaricando le batterie di bordo.

  • Chevrolet Volt
  • Chevrolet Volt - frontale
  • Chevrolet Volt - frontale (2)
  • Chevrolet Volt - laterale

Chevrolet Volt   12

L’autonomia sfruttando la sola propulsione elettrica è compresa tra i 40 e gli 80 km, mentre sfruttando l’energia prodotta anche dal motore a combustione interna è possibile percorrere fino a 500 km. La batteria può anche essere caricata grazie alla modalità Plug-in, per la quale è sufficiente una normale presa di corrente domestica e con cui la batteria viene ricaricata completamente in circa 4 ore. La velocità massima si ferma a 161 km/h, ma l’accelerazione da 0 a 100 avviene in 9 secondi. I consumi medi dichiarati per il modello USA dall’EPA, l’ente di protezione ambientale americano, si attestano intorno ai 2,5 litri /100 km in ciclo misto. La Chevrolet Volt si presenta esternamente come una vettura tradizionale a 5 porte, anche se la sua linea è stata dettata in buona parte dagli studi aerodinamici. All’interno c’è spazio per 4 persone e il bagagliaio ha una capacità di carico minima di 300 litri (che passa a 1.005 litri abbattendo gli schienali posteriori). La plancia ha un aspetto piuttosto moderno con due grandi display LCD, uno per la strumentazione e uno nella parte alta della console centrale, dove tutti gli interruttori presenti sono di tipo tattile. La Volt è un’auto sicura: oltre ad aver ottenuto le 5 stelle dell’EuroNCAP, presenta di serie ABS, controllo della stabilità e 8 airbag. Il prezzo di listino per il mercato italiano è di 43.350 €, certamente non particolarmente popolare. Chevrolet offre tuttavia la possibilità del noleggio a lungo termine grazie al programma Drive Volt ad un costo mensile di 897 € + IVA in formula tutto incluso: per 48 mesi e 80.000 km totali non ci si dovrà preoccupare di nessuna spesa aggiuntiva, comprese assicurazione, bollo, tagliando.

Chevrolet Volt   16

532

Vedi anche:

Un incrocio impossibile in Etiopia

Guarda questo incredibile video di un incrocio frequentatissimo in Etiopia, non regolamentato da semafori. Incredibile come, almeno nel filmato, non accada nessun incidente.

FacebookTwitter

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Dom 15/04/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
andrea zambelli
Andrea zambelli 16 aprile 2012 20:50

non so se quelli della GM si rendono conto di avere realizzato una barzelletta su 4 ruote. con i tempi che corrono, pensare che sia conveniente spendere uno stipendio al mese per avere un’auto elettrica che va avanti caricata da un gruppo elettrogeno è da pazzi.
penso che i tempi siano a malapena maturi per la Estrima Birò, che usa ancora batterie al piombo ma che, una volta acquistata, ti costa solo l’energia che ci metti; non come la Twizy che ti fa pagare anche il canone batterie, per avere la bella soddisfazione di una microcar che quando piove te la fa prendere tutta per mancanza di vetri laterali.
quando le auto elettriche costeranno 3-4mila euro in più delle corrispondenti versioni BASE a benzina, ci faremo un pensierino. per il momento, è solo roba da ricchi che vogliono giocare a fare gli ecologici (e magari hanno la supercar in garage pronta all’uso).

Rispondi Segnala abuso
Seguici