NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Chrysler Cruiser si rifà leggermente il look

Chrysler Cruiser si rifà leggermente il look
da in Auto nuove, Chrysler
Ultimo aggiornamento:

    All’ ,avvenuto poco più di cinque anni fa, la Chrysler PT Cruiser, non convinse troppo, anzi, la sua linea retrò scontentò financo i molti estimatori del glorioso marchio americano.

    Tuttavia, di lì a poco, la Cruiser cominciò ad attrarre, via, via, sempre un maggior numero di automobilisti, vuoi per la personalissima linea che cominciò dapprima ad incuriosire per poi piacere, vuoi per la generosità dei suoi propulsori, mai eccessivamente brillanti, ma potenti e duraturi, fatto sta che il numero di vendite di quest’ auto si è fatto, nel tempo, sempre più interessante.

    La Cruiser si fa il lifting
    Ma, come si sa bene, il tempo passa per tutti e, alla stregua di una primadonna che comincia ad invecchiare, anche la Cruiser risente, oggi, un po’ degli acciacchi dell’ età e qualche leggera ruga comincia ad appannare le sue forme cosicché, la Casa americana, ha deciso di sottoporla ad un leggerissimo lifting che non ne offuschi la bellezza ma che, anzi, la faccia risorgere pronta, come sempre, all’ offensiva della agguerrita concorrenza.

    Un leggero rimodellamento ai gruppi ottici anteriori, allungandone un po’ la forma e aumentandone leggermente la potenza, è stato il primo colpo di “ bisturi “ che i designer hanno inferto al vecchio modello. Una leggera cromatura della calandra, con l’ adozione di una nuova griglia che copra il radiatore, più spazio al marchio Chrysler, una leggera stiratina alle fiancate alleggerite un po’ con elementi aggiuntivi, l’ adozione di uno spoiler in tinta con la carrozzeria che, mal che vada, migliora l’ aerodinamicità complessiva della Cruiser ed ecco l’ auto tornata più nuova che mai.

    L’ unica modifica al propulsore, invece, è stata attuata sulla cabrio, agendo sul motore 2.400 turbo del modello PT, con l’ adozione di soli 10 cavalli in più, che porta il numero complessivo a 230 e si è contribuito a donare quel pizzico di smalto supplementare all’ auto agendo, senza cambiamenti sostanziali, anche sulle sospensioni e sui limitatori del rumore. Il risultato che ne è derivato è che la Cruiser è più silenziosa e si avverte meno il fastidioso rotolamento delle gomme sull’ asfalto e, anche in virtù del nuovo spoiler, come detto, nel complesso l’ auto è più aerodinamica, con i benefici più importanti sui consumi e sulle prestazioni.

    Anche gli interni sono stati rimodellati, ma a differenza del corpo vettura nel suo complesso, la mano del “ chirurgo “, in questa sede, è andata un po’ più pesante. Diciamo pure, che in questi ambienti, si è fatta vera e propria ricostruzione sostanziale.

    Per esempio s’è posto fine alla carenza di spazi utili riscontrata nella precedente versione che deficitava nella dotazione di vani portaoggetti. Basti pensare che nel passato chi ascoltava i CD era costretto a sparpagliarli nell’ abitacolo perché l’ auto non disponeva di uno spazio all’ uopo preposto. Oggi non è più così, a cominciare, proprio, dal comodo vano a 6 CD ricavato proprio dal bracciolo centrale. La stessa disposizione dell’ autoradio, che prima era difficilmente raggiungibile e scomoda, adesso è stata innalzata di quel tanto che ne agevoli i comandi e, inoltre, fatto non di poca importanza, si è creata una vera e propria nicchia che raccoglie, oltre all’ autoradio, appunto, anche il lettore mp3, i sei altoparlanti amplificati ed un subwoofer posto dietro.

    Infine, una leggera sfoltita è stata data anche al quadro della strumentazione, con ritocchi semplici ma efficaci, per esempio, è stata ridisegnata la grafica e l’ orologio, croce e delizia delle precedenti versioni, è stato finalmente posto in zona centrale visibile da tutti, in mezzo ai bocchettoni di uscita della climatizzazione.

    In Casa Chrysler han dedicato tempo e pazienza a questi ritocchi, proprio per non appannare un modello non ancora giunto sul viale del tramonto che, anzi, in forza di questo maquillage potrà ritrovare una rinnovata gioventù ancora per tanti anni. E, proprio per non far pesare sull’ utenza un eccessivo aggravio economico dato dai lavori di ritoccaggio, è espresso volere della Casa americana, non ritoccare, insieme all’ auto, anche i prezzi di listino, favorendo, semmai, la scelta di quanti, in possesso della vecchia versione, vorranno passare, con un basso costo aggiuntivo, ai nuovi modelli disponibili a partire dall’ inizio del prossimo anno.

    687

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveChrysler
    PIÙ POPOLARI