Salone di Parigi 2016

Chrysler Ecovoyager e 300 C SRT: in anteprima europea a Ginevra

Chrysler Ecovoyager e 300 C SRT: in anteprima europea a Ginevra

Chrysler Ecovoyager e 300 C SRT: in anteprima europea a Ginevra

da in Berline, Chrysler, Chrysler 300, Salone di Ginevra 2016
Ultimo aggiornamento:

    Grande attenzione al 78 esimo Salone di Ginevra per Chrysler dove la Casa americana presenterà i suoi più importanti pezzi della sua collezione, almeno due dei quali, la EcoVoyager concept e la nuova SRT Chrysler 300C, rappresentano le anteprime europee.

    L’Ecovoyager, a parte il nuovo design moderno e dinamico, si presenta con il nuovo propulsore elettrico “fuell cell range-extended” che gli è valso anche il premio “best concept truck allo scorso Salone di Detroit.

    Interessante notare i nuovi interni dell’Ecovoyager caratterizzato da un confort ai massimi livelli che si aggiunge al grande spazio conferito all’abitacolo dove la comodità dei viaggi diviene il valore aggiunto di grande importanza in un’auto del genere.
    Dal punto di vista della tecnologia, ricordiamo il sofisticato motore elettrico che trae energia da una singola batteria allo ione-litio che alimenta il motore e che eroga una potenza complessiva di 272 cavalli ma da citare anche la tecnologia “range-extended” dove l’energia stavolta si ricava da un combustibile ad idrogeno.Il risultato è che una vettura del genere copre distanze quasi di 500 chilometri in fatto di autonomia, il tutto senza alcun impatto ambientale.

    Per quanto attiene invece l’ammiraglia 300C che abbiamo conosciuto in diverse occasioni ed apprezzato per le indubbie doti di berlina di successo esportata con ottimi risultati anche in Europa facendo avvicinare il mercato del Vecchio Continente a quello americano, si presenta adesso con un potente propulsore di 3,0 litri CRD nei due allestimenti berlina e station wagon, Touring si chiama in Casa Chrysler, contrassegnato da un look più moderno che deriva dalla versione SRT8 contraddistinto da prestazioni elevatissime.

    Proprio l’Italia sarà la nazione a beneficiare della versione 300C SRT esclusivamente in allestimento Touring con motore da 3,0 litri CRD con filtro antiparticolato di serie.

    Tornando alla Grand Voyager non passano inosservate in questa vettura le linee eleganti e quasi esclusive con interni dove il confort si unisce alla raffinatezza delle soluzioni adottate comprese chicche d’eccezione come la possibilità di ripiegare il terzo sedili posteriore elettricamente.

    Citiamo gli equipaggiamenti che sono disponibili su Chrysler Grand Voyager e che omprendono la consolle anteriore, scorrevole e rimovibile; i sedili in pelle riscaldabili per la prima e la seconda fila; lo specchietto grandangolare di conversazione; i rivestimenti dei sedili in tessuto antistatico e antimacchia YES Essentials; la torcia ricaricabile rimovibile nel vano posteriore; gli alzacristalli elettrici per la prima e la seconda fila di sedili; le tendine parasole avvolgibili per la seconda e terza fila; le portiere scorrevoli a comando elettrico; il portellone posteriore elettrico azionabile con pulsante sul portachiavi e sul montante posteriore; l’illuminazione interna a luci alogene; i faretti di lettura orientabili a LED; il climatizzatore automatico a tre zone;i sensori posteriori di parcheggio con telecamera; il TPM (monitoraggio degli pneumatici con display su ogni singola ruota); i ari allo Xeno; sistema multimediale di intrattenimento MyGIG 20 ed, infine, il sistema di navigazione satellitare cartografico MyGIG NAV. Tutto ciò senza mai tralasciare il grande capitolo dedicato alla sicurezza di bordo.

    Vedremo nel nostro mercato la vettura fin dal prossimo mese di aprile e sarà caratterizzato dall’adozione di un aggressivo motore da 2,8 litri turbodiesel common-rail da 163 CV con filtro antiparticolato di serie e cambio automatico a sei marce.
    Degno di nota il sistema Mygic 20 e MyGIG NAV il sistema di intrattenimento disponibile su tutte le vetture del marchio americano.
    Ginevra sarà quest’anno un’occasione importante per Chrysler perché l’apertura del Salone coincide con i brillanti risultati ottenuti dalla Casa americana in “casa” come nei mercati esterni, solo per sottolineare il periodo felice, almeno in fatto di vendite, del prestigioso marchio, si pensi che nel Nord America la Chrysler rappresenta il 34% delle quote di mercato, un mercato in crescita aumentato del 7% rispetto all’anno precedente.

    655

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BerlineChryslerChrysler 300Salone di Ginevra 2016 Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI