Chrysler Tuning: l’importanza di un marchio famoso anche nell’auto elaborata

Chrysler Tuning: l’importanza di un marchio famoso anche nell’auto elaborata
da in brabus, Chrysler, Chrysler Crossfire, My Special Car Show 2012, Salone di Francoforte 2015, Tuning
Ultimo aggiornamento:

    Fra le stelle dell’auto elaborate, esposte nella splendida vetrina del My Special Car Show, Chrysler ha fatto sfoggio di sé e delle sue ghiotte novità, con i marchi appartenuti alla Casa americana, fra i quali Mercedes. Anche se, alla luce delle ultime vicende occorse, parrebbe che il Gruppo Daimler-Chrysler intenderebbe slegarsi dalla Casa tedesca, così come la stessa Casa americana che controlla la famosa Smart.

    E così, oltre ai noti marchi Brabus, che, generalmente elaborano le vetture appartenenti ai marchi citati, Chrysler, nell’ambito del tuning è anche capace di “correre” da sola con proprie vetture elaborate da specialisti, come accaduto alla Crossfire V8 6.1 elaborata da Startech.

    E, a proposito di quest’ultima, c’è da dire che la prima vettura della Chrysler a servirsi del marchio Startech apparve, nell’ormai lontano 1997, al Salone di Francoforte, dove gli appassionati poterono assistere, per la prima volta, alla prima vettura idonea a rivestire i fregi di questo tuning, che già allora, rappresentava un importante “braccio” della Brabus.

    Tornando alla Startech Crossfire, ritroviamo in quest’auto un poderoso e muscoloso propulsore Mercedes a 8 cilindri, passato dagli originali 5,5 litri di cilindrata agli attuali 6,1 litri,che eroga una potenza di 436 cavalli e sviluppa una velocità massima di ben 300 km/h . Tanta potenza e prestazioni fuori dall’ordinario, devono essere assistiti da validi sistemi di sicurezza come i pneumatici poderosi di 235/35 ZR19, all’anteriore e 255/30 ZR 20, al posteriore. E, anche l’impianto frenante, deve essere all’altezza e, infatti, in quest’auto, la frenata è garantita da possenti e validissimi freni autoventilati da 355 mm. a 6 pinze in alluminio a 4 pistoncini.

    Esteticamente la Startech su Chrysler Crossfire si presenta animata da una grandissima sportività, lo si evince dallo spoiler anteriore e, posteriormente, dal doppio scarico cromato inox che fa bella mostra di sé, mentre gli interni denunciano quella aggressività che fa parte dell’intero DNA della vettura; un esempio, alluminio e pelle nella selleria e negli inserti che si coniugano in un crescendo di emozioni tattili e visive.

    Ma come detto, il Gruppo Daimler- Chrysler espone anche Mercedes elaborate con AMG, pensiamo alla nuova Classe C berlina, così come ci viene facilmente in mente la B63 S CLS di Brabus. Con l’apposito kit in dotazione la Brabus ha portato la potenza della vettura dagli iniziali 514 cavalli di potenza a 550, agendo sull’otto cilindri di 6,2 litri di cilindrata.

    Il risultato che ne deriva è una vettura con una velocità massima di 330 Km/h e un’accelerazione, da 0 a 100 orari, in poco più di 4 secondi. La particolare ed elaborata Mercedes-Brabbus, si avvale anche di differenziale autobloccante e di un poderoso impianto frenante con dischi da 380/26 mm. all’anteriore e 355/28 mm. al posteriore con 12 pistoncini, anteriormente e 8, posteriormente.

    I cerchi in lega leggera montano, invece, gomme da 315/25 e l’assetto ne risulta ribassato di 20 mm. rispetto alla vettura tradizionale dalla quale deriva.

    538

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN brabusChryslerChrysler CrossfireMy Special Car Show 2012Salone di Francoforte 2015Tuning Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:19
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI