Ci lascia Richard Burns

da , il

    Ci lascia Richard Burns

    Londra, 26 novembre – E’ morto, all’età di 34 anni, Richard Burns. Il mondo dei rally piange la prematura scomparsa del pilota, che dopo essersi laureato campione del mondo nel 2001 con la Subaru, era stato costretto nel 2003 al ritiro per via della diagnosi di un astrocitoma, ovvero un tumore al cervello. Infatti durante l’ultima prova del mondiale che stava per vincere, il rally di Gran Bretagna, aveva perso conoscenza durante una prova speciale e si era salvato solo grazie all’intervento dell’amico e copilota Markko Martin. A seguito dei controlli in ospedale, si apprese della notizia.

    Da vero campione aveva dichiarato di esser determinato a tornare a correre e vincere, mentre coraggiosamente nella primavera del 2004 si sottoponeva ai cicli di chemioterapia e radioterapia. Aveva poi optato per un’operazione volta ad asportare il tumore. Niente. Le sue condizioni erano peggiorate e recentemente era entrato in coma.

    Se ne va, tristemente, una figura rilevante della massima classe rally che aveva affrontato la prima volta nel 1998. Pilota di gran talento, nel 1999 e nel 2000 aveva mancato per su soffio la vittoria nel mondiale: le 10 vittorie su 105 gare disputate, parlano chiaro.

    Addio, Richard.