Cinture di sicurezza: statistiche allarmanti

Cinture di sicurezza: statistiche allarmanti

Le cinture di sicurezza in italia sono sempre meno usate, in particolare quelle che riguardano i passeggeri dei sedili posteriori

da in Mondo auto, Sicurezza Stradale, Sistemi di sicurezza
Ultimo aggiornamento:

    cinture sicurezza

    Un’indagine recente ha messo in evidenza come le cinture di sicurezza dei sedili posteriori siano inutilizzate dalla maggior parte dei passeggeri. Se l’uso delle cinture anteriori è aumentato tanto che in Europa sono circa l’80% degli automobilisti ad allacciarle, quelle poste nei sedili posteriori sono del tutto ignorate. In particolare la situazione italiana è gravissima, infatti le percentuali sono intorno all’1% al sud e il 10% al nord, con una media del 5% nelle aree urbanizzate.

    La “verità” è che i controlli non sono del tutto efficienti, sebbene esistono delle norme precise in merito: il Codice Stradale prevede una sanzione per chi non allaccia le cinture di sicurezza, sia anteriori che posteriori, di settantaquattro euro e di cinque punti della patente. I test d’auto hanno dimostrato come un passeggero seduto sul sedile posteriore, qualora si dovesse verificare un incidente, si trasforma in un proiettile che sbatte contro la testa del conducente o del passeggero anteriore, dimostrando che non allacciarle può essere un pericolo anche per chi siede in quelli anteriori.

    “Stringiamoci la vita” è la campagna di sensibilizzazione verso l’uso delle cinture di sicurezza promossa dall’ Asaps (associazione amici della Polizia stradale), “una campagna, spiega il presidente Giordano Biserni, che ha l’obbiettivo di sottolineare l’importanza delle cinture di sicurezza visto che in Italia 3 su 10 non le usano”. L’uso delle cinture di sicurezza varia da regione a regione e la maggior parte pensa che siano utili solo per i lunghi viaggi, quindi sulle strade extraurbane cadendo nell’errore più comune, in quanto il massimo della loro efficacia è fra i 30 e i 110 Km/h.

    318

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo autoSicurezza StradaleSistemi di sicurezza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI