Citroen C3: le prove al crash test

Meglio è andata alla Citroen C3 nell’impatto laterale visto che la vettura offre protezione totale ai passeggeri, mentre nell’impatto con un ostacolo fisso, albero o palo che sia, va meno bene, a scapito del torace, che riceve un duro colpo dal volante

da , il

    citroen c3

    La Citroen C3 scende in campo nei crash test che si becca le quattro stelle all?Euroncap e rasenta le cinque stelle.

    La city car francese, appunto la Citroen C3, dopo l?urto frontale è rimasta abbastanza stabile ed i manichini che riproducono i danni dei passeggeri escono con poche ferite dall?impatto visto che le protezioni per ginocchia e femori del guidatore.

    Meglio è andata alla Citroen C3 nell?impatto laterale visto che la vettura offre protezione totale ai passeggeri, mentre nell?impatto con un ostacolo fisso, albero o palo che sia, va meno bene, a scapito del torace, che riceve un duro colpo dal volante.

    Ottima la protezione per i bambini che dopo l?urto escono indenni dal sinistro stradale. Meno bene va ai pedoni che battono sul cofano sopratutto se di bassa statura o peggio ancora se bambini. Ma se c?è un motivo per il quale la Citroen C3 non ha beneficiato delle cinque stelle, ciò è dovuto alla mancanza dell?ESC, ovvero del dispositivo che controlla la stabilità dell?auto, visto che tale accorgimento è previsto soltanto su due versioni; peccato così si gioca la quinta stella la Citroen C3 .