Citroen C4 Aircross: prova su strada [FOTO e VIDEO]

Citroen C4 Aircross: prova su strada [FOTO e VIDEO]
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Citroen C4 Aircross, foto del nuovo Suv francese

Presentata in anteprima al Salone di Ginevra 2012, la Citroen C4 Aircross è il nuovo Suv della casa francese. Noi di AllaGuida.it abbiamo avuto il piacere di provare questa vettura nelle strade francesi nei dintorni di Lione, su un percorso in totale di più di 200 km.
Nata dalla Joint Venture tra il gruppo PSA e Mitsubishi (come la C-Crosser e la C-Zero), la casa del doppio Chevron vuole farsi valere nel mondo dei Suv compatti, una delle poche tipologie di auto che, almeno in Italia, non sembra risentire dell’enorme crisi del mondo dell’automobile, facendo concorrenza ai vari Nissan Qashqai e Ford Kuga. Le Citroen C4 Aircross 2012 che abbiamo potuto guidare, come si può vedere dalle nostre immagini, sono il 1.6 HDI da 115 Cv 4×2 e il 1.8 HDI da 150 Cv 4×4, la prima in allestimento “Seduction” e la seconda nell’allestimento top di gamma “Exclusive“. Ma passiamo all’analisi dettagliata della vettura.

  • Citroen C4 Aircross, foto del nuovo Suv francese
  • Citroen C4 Aircross, laterale
  • Citroen C4 Aircross, frontale
  • Citroen C4 Aircross, cruscotto
  • Citroen C4 Aircross, interni sedili anteriori
  • Citroen C4 Aircross, pneumatico

CITROEN C4 AIRCROSS: DIMENSIONI, DESIGN ED ESTERNI

Citroen C4 Aircross è gemellata con la Mistubishi Asx, ma dall’esterno la differenza c’è e si vede. Il Suv francese si presenta elegante, moderno e giovanile, dando quella sensazione di robustezza e di sicurezza marchio di fabbrica dei Suv. La C4 Aircross vanta dimensioni compatte: lunga 434 cm, larga 180 cm, alta 162 cm. Guardando l’auto dal davanti, il frontale possiede il celeberrimo “Double Chevron”, e la mascherina ricorda due baffi che si prolungano fino ai fari. All’interno del paraurti c’è la presa d’aria centrale molto grande con due feritoie laterali, insieme alla striscia di Led che ricorda quelli della Ds3.

citroen_aircross_22

Lateralmente possiamo subito notare i pneumatici Bridgestone con i cerchi in lega da 18″, i parafanchi squadrati, le portiere ben rifinite e la scritta “C4 Aircross” su una piccola placca argentata. In coda saltano all’occhio i fari a forma di “L” rovesciata e un piccolo spoiler sul lunotto posteriore, per ribadire la volontà della casa di creare un veicolo aggressivo e dinamico.

citroen_aircross_8

CITROEN C4 AIRCROSS: INTERNI

Passiamo a parlare degli interni. Anche qui la differenza con la Mitsubishi Asx si nota appena si sale a bordo. L’abitacolo è più elegante e raffinato rispetto alla gemella giapponese, con una plancia tutta nera e ben curata. In mezzo ad essa spicca il sistema di navigazione Navidrive con schermo touch screen e telecamera di retromarcia, impianto Hi-fi e server musicale con 10Gb di capacità con possibilità di inserire una periferica Usb. Molto bello il display del cruscotto della versione Exclusive, mentre senza infamia e senza lode quello della Seduction. Le due vetture si differenziano anche per i sedili in pelle sulla Exclusive, ma soprattutto per la “trazione su misura”: sul 1.8 HDI 4×4 nel tunnel centrale dopo il cambio, è presente una manopola per selezionare le tre differenti modalità di guida: 2wd, 4wd, lock. Ma di questo ne parleremo in dettaglio dopo.

citroen_aircross_63

Sotto allo schermo touch screen sono presenti i tre comandi circolari del clima, il cambio è ben rifinito e il sedile è molto accogliente. Nota di merito al superbo tetto in vetro panoramico con copertura a pannello a comando elettrico. La macchina all’interno è molto grande, il posto di guida è ben rialzato, solito dei Suv, mentre dietro ci si sta comodamente in tre persone. Il bagagliaio contiene 442 litri ed ed ha una forma regolare, quasi quadrata, che lo rende ben sfruttabile. Naturalmente si possono abbassare i sedili posteriori per aumentare lo spazio per i bagagli.

citroen_aircross_19

CITROEN C4 AIRCROSS: MOTORIZZAZIONI, ALLESTIMENTI E PRESTAZIONI

Come abbiamo già detto in precedenza, noi di AllaGuida.it abbiamo provato il 1.6 HDI da 115 Cv 4×2 e il 1.8 HDI da 150 Cv 4×4 tutti e due diesel. Tra i modelli disponibili è presente anche uno a benzina 1.6 HDI da 115 Cv 4×2. Tutti hanno il sistema Stop&Start, motori Euro5 e lo sterzo elettrico per ridurre al minimo i consumi. L’argomento consumi è sicuramente un punto importante per la C4 Aircross: il 1.6 HDI 4×2 ha un consumo medio di soli 4,6 litri/100km nel ciclo misto, ed è infatti la più ecologica e parsimoniosa della categoria Suv. Per il 1.8 HDI la media sul ciclo misto è di 5,4 litri/100km. Anche sulle emissioni di CO2 la Citroen C4 Aircross è all’avanguardia, con solo 119 g/km di Co2. A disposizione ci sono tre tipi di allestimenti differenti: Attractive, Seduction ed Exclusive. L’”Attractive” è naturalmente il modello base che però non abbiamo avuto la possibilità di provare. L’allestimento “Seduction” offre di serie: clima automatico, accensione automatica dei tergi e dei fari, cruise control, airbag frontali, laterali, a tendina e al ginocchio lato conducente, fari fendinebbia, radio cd con lettore Mp3, presa Rca, Usb e vivavoce Bluetooth, i Led anteriori e il rivestimento misto pelle dei sedili. L’allestimento “Exclusive” aggiunge a quanto già elencato: i fari allo xeno, i cerchi in lega da 18″ e la funzione keyless access&start. La cilindrata va dai 1590 cm3 del 1.6 115 cv fino al 1798 cm3 del 150 cv. Sull’argomento prestazioni, la differenza di potenza tra i due propulsori è veramente minima, dato che entrambe accelerano da 0 a 100 km/h in 10,8 secondi (in versione 4×2). Per quel che riguarda la velocità massima, la 1.6 HDI si ferma a 182 km/h, mentre la 1.8 HDI arriva invece fino ai 200 km/h.
Non verranno prodotte al momento Citroen C4 Aircross con cambio automatico, ne con alimentazione a GPL.

CITROEN C4 AIRCROSS: VIDEO DI PRESENTAZIONE

CITROEN C4 AIRCROSS: PROVA SU STRADA

Grazie a Citroen, abbiamo testato il C4 Aircross nella regione di Rhône-Alpes all’andata partendo da Lione ed effettuando un percorso misto prestabilito di 176 km raggiungendo la località di Saint-Jean D’Arderies. Il giorno seguente siamo tornati a Lione facendo un percorso misto di 135Km. All’andata abbiamo provato il 1.8 HDI da 150 Cv 4×4, al ritorno il 1.6. La versione 1.8 vanta, rispetto alla più bassa, i sedili regolabili elettricamente, cruscotto più bello e meno scialbo dell’altra, il motore più potente e la possibilità di mettere le quattro ruote motrici. A seconda delle condizioni atmosferiche e dell’asfalto, sulla C4 Aircross è possibile selezionare manualmente in ogni momento una delle tre modalità di trasmissione disponibili, con il pomello situato dietro la leva del cambio. Le modalità sono:
1) 2WD (2 ruote motrici) per il circuito cittadino, ottima per ottimizzare i consumi di carburante.
2) 4WD (4 ruote motrici) che distribuisce automaticamente la coppia tra asse anteriore e posteriore nei casi di terreno misto.
3) LOCK, che offre una trazione massima in condizioni difficili aumentando la coppia trasmessa alle ruote posteriori per le superfici veramente complicati.
Le vetture sono estremamente comode e divertenti da guidare. Il cambio a 6 marce si dimostra pronto, come l’impianto frenante, mentre lo sterzo artificiale, per non dire “finto”, è l’unica cosa non di mio gradimento: sembra di guidare col volante delle sale giochi al mare talmente è leggero. Va bene risparmiare sui consumi, ma un minimo di pesantezza in più non avrebbe guastato. Le auto sono molto silenzione, sia a basse che ad alte velocità, e assorbono bene le asperità del terreno. In città, anche se io non ne sono per nulla un amante, è da apprezzare lo Stop&Start del propulsore che non provoca vibrazioni. In montagna invece le macchine si dimostrano agili e scattanti, rimanendo assolutamente stabili. La differenza di potenza tra i due propulsori emerge soltanto quando si “spinge” a fondo, per cercare lo sprint, con il 1.8 HDI che ha una maggiore propensione ad allungare. I comandi per il guidatore (tergicristalli, luci, comandi al volante e aria condizionata) sono molto intuitivi e facili da usare, la visibilità frontale e retro è pressoche perfetta, mentre quella laterale non è perfetta, ma alle volte è limitata dagli ingombranti supporti laterali della struttura.

b

CITROEN C4 AIRCROSS: COSTO E PREZZI
Di seguito ecco il listino prezzi della vettura:
C4 Aircross 1.6i 115 2WD Attraction 117 cv / 86 kW 1590 cc Benzina EURO5 € 23.200
C4 Aircross 1.6i 115 2WD Seduction 117 cv / 86 kW 1590 cc Benzina EURO5 € 25.000
C4 Aircross 1.6 HDi 115 FAP 2WD Attraction 115 cv / 84 kW 1560 cc Gasolio EURO5 € 25.200
C4 Aircross 1.6i 115 2WD Exclusive 117 cv / 86 kW 1590 cc Benzina EURO5 € 27.000
C4 Aircross 1.6 HDi 115 FAP 2WD Seduction 115 cv / 84 kW 1560 cc Gasolio EURO5 € 27.000
C4 Aircross 1.6 HDi 115 FAP 4WD Attraction 115 cv / 84 kW 1560 cc Gasolio EURO5 € 27.200
C4 Aircross 1.6 HDi 115 FAP 4WD Seduction 115 cv / 84 kW 1560 cc Gasolio EURO5 € 29.000
C4 Aircross 1.6 HDi 115 FAP 2WD Exclusive 115 cv / 84 kW 1560 cc Gasolio EURO5 € 29.000
C4 Aircross 1.8 HDi 150 FAP 2WD Seduction 150 cv / 110 kW 1798 cc Gasolio EURO5 € 29.000
C4 Aircross 1.8 HDi 150 FAP 4WD Seduction 150 cv / 110 kW 1798 cc Gasolio EURO5 € 31.000
C4 Aircross 1.8 HDi 150 FAP 2WD Exclusive 150 cv / 110 kW 1798 cc Gasolio EURO5 € 31.000
C4 Aircross 1.6 HDi 115 FAP 4WD Exclusive 115 cv / 84 kW 1560 cc Gasolio EURO5 € 31.000
C4 Aircross 1.8 HDi 150 FAP 4WD Exclusive 150 cv / 110 kW 1798 cc Gasolio EURO5 € 33.000
La vettura sarà disponibile nelle concessionarie italiane dall’ultima settimana di maggio 2012

CITROEN C4 AIRCROSS: PRO E CONTRO
PRO
- Esterni: macchina bella, molto bella.
- Ottima dotazione: sulla vettura c’è tutto, non manca nulla.
- Guida piacevole: si guida un Suv e sembra di stare su una berlina.

CONTRO
- Sterzo: sembra quello della playstation.
- Visibilità laterale limitata.

1798

Vedi anche:

Peugeot Exalt al Salone di Pechino

Guarda il video della nuova Peugeot Exalt, la nuova elegante coupé che verrà svelata per la prima volta dal vivo al prossimo salone dell'auto di Pechino. Siamo di fronte ad un bellissimo concept, che riprende in diversi dettagli quello famoso della casa del Leone di nome Onyx di qualche tempo fa.

FacebookTwitter

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 11/05/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici