Motor Show Bologna 2016

Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHdi, test drive: consumi e confronto con Nissan Juke [FOTO]

Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHdi, test drive: consumi e confronto con Nissan Juke [FOTO]

Citroen C4 Cactus con il motore 1

da in Auto 2016, Auto nuove, Citroen, Citroen C4 Cactus, Confronto auto, Crossover, Nissan, Nissan Juke, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento:

    Test Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHdi: gran confort, tanto spazio e consumi contenuti sono i punti di forza. Non mancano i dettagli sottotono.

    Meglio una Cactus o una Nissan Juke? Il dilemma dell’acquirente-tipo di un crossover che dia nell’occhio, si distingua nella giungla cittadina, probabilmente potrebbe essere questo. Sono rivali dirette, perché è difficile trovare una sfidante che sia altrettanto originale, colorata, anticonvenzionale. Proviamo a fare un confronto diretto, non prima di aver sottolineato le doti di Citroen C4 Cactus, protagonista della nostra prova su strada con il motore turbodiesel 1.6 BlueHdi da 99 cavalli.

    Partiamo proprio da qui. L’unità è la più pulita proposta nella gamma, con appena 87 g/km di Co2 emessa, che sul modello in prova, il top di gamma Shine, salgono a 89 g/km. In soldoni, andando subito al cuore della prima, importante, carta vincente parliamo di consumi. Il dato dichiarato è, come sempre d’altronde, irraggiungibile, così eviteremo anche di riportarlo. Parliamo della realtà. Su strada extraurbana e un’andatura costante tra i 90 e 110 km/h, il computer di bordo riporta i 27 km/litro. Percorrenze che inevitabilmente scendono quando si è in città, stiamo pur sempre nell’ordine dei 17-18 km/litro, aiutati da uno start&stop pronto nel riattivarsi dopo le soste. Semmai, e qui entra in gioco l’altra interessante motorizzazione per un tipo d’auto come Citroen C4 Cactus, il turbodiesel è un po’ rumoroso proprio al riavvio, “neo” sconosciuto al PureTech turbo benzina 1.2 litri. In media, dopo cinque giorni di test intensi, le percorrenze si sono attestate sui 20 km/litro.

    Impressioni di guida

    impressioni di guida

    Motore BlueHdi che si differenzia dall’1.6 e-Hdi per una potenza leggermente superiore, 8 cavalli che portano l’asticella a 99 complessivi e una coppia di 24 Nm maggiore, 254 contro 230. Soprattutto, è unità con l’additivo AdBlue, essenziale per abbattere le particelle Nox, rientrare nelle norme Euro 6 ed emettere valori di Co2 minimi. L’AdBlue è liquido che viene iniettato nella linea di scarico, dopo il catalizzatore e prima del filtro Dpf, va rabboccato all’incirca ogni 20 mila km.
    La coppia è interessante se letta come valore assoluto, ma alla guida non c’è mai l’impressione di un’auto che ti incolli al sedile. Per avere una spinta più vigorosa serve incidere sul gas, operazione che porta come conseguenza anche una certa rumorosità di fondo. Emerge sin da qui la natura di stradista capace di offrire gran confort di marcia, a patto di muoversi in tranquillità, senza ricercare la prestazione. Il cambio manuale 5 marce in prova si è rivelato comando che non digerisce un azionamento rapido, la leva ha una corsa lunga e gli innesti sono poco precisi. Ciò detto, non viene né surclassato né tantomeno riesce a svettare decisamente rispetto all’alternativa ETG6, abbinata al divanetto anteriore Sofà e a sua volta un po’ lenta nei passaggi di marcia.

    Al volante, l’assetto è tendenzialmente morbido e le sospensioni filtrano al meglio le asperità e imperfezioni dell’asfalto, anche il pavé romano viene digerito alla grande, senza sballottare i passeggeri. Questa cedevolezza del gruppo molla-ammortizzatore, abbinato a sospensioni MacPherson anteriori e un ponte torcente al retrotreno, si paga nel misto più guidato, dove la traiettoria tende ad allargare in modo percepibile, ad andature relativamente sostenute, sugli 80 orari. L’impianto frenante con quattro dischi è ben dimensionato e non crea problemi di sorta. Restando nella zona della pedaliera, ottimo il poggiapiede sinistro, ampio e ben posizionato.

    Il voto complessivo che merita Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHdi 99 cavalli è un bel 7.

    Fabiano Polimeni

    Il confronto

    Vediamo adesso, quali carte vincenti riesce a schierare nel confronto con Nissan Juke. Design, abitabilità, interni, bagagliaio, motori e prezzi: chi ne uscirà meglio?

    Design

    Nissan Juke è stata la prima a proporre un look che ha lasciato a bocca aperta, tanto originali e ardite erano alcune soluzioni. Citroen C4 Cactus va, se possibile, ancora oltre. Il frontale le vede accomunate dalla scelta di gruppi ottici sdoppiati, con il proiettore principale staccato dalle luci diurne. Aggressiva Juke, paciosa e morbida Cactus: questione di gusti, quale preferire.

    La freccia in più a disposizione del crossover francese sta negli Airbump, cuscinetti ad aria, in materiale termoplastico, inseriti lungo la fiancata e sugli angoli del muso, nonché della coda. Il distinguersi nettamente dalle avversarie, fa sì che o le ami – Juke e Cactus – o ti gti dall’altra parte. Per queste ragioni, un pareggio 7-7 nella prima sfida.

    Dimensioni

    Hanno dimensioni similari, Citroen C4 Cactus e Juke. La francese misura 3 centimetri in più in lunghezza – fissata in 4 metri e 16 cm, la giapponese risponde con una larghezza maggiore (sempre 3 cm), ma il colpo vincente lo assesta Cactus, grazie al passo di 2 metri e 60 centimetri, contro i 2.53. Quanto all’altezza, 1 metro e 49 Cactus (1.54 considerando le barre sul tetto) 1 metro e 56 Juke.
    Accorpiamo un ulteriore valore, quello del peso. Soluzioni che, in seguito, criticheremo, consentono alla francese di staccare un bel risultato, partendo da meno di una tonnellata per le versioni più legere, mentre Juke non va al di sotto di 1236 kg.

    Esce vincente Citroen C4 Cactus: 8-7

    Interni

    interni Citroen C4 Cactus

    Questione di gusti, un po’ come il design esterno. L’abitacolo di Nissan Juke è tendenzialmente più sportivo e convenzionale, fatto di un bel tunnel con plastiche colorate, una strumentazione tradizionale senza grandi rivoluzioni. Citroen C4 Cactus, sceglie un’altra strada, fatta di interventi radicali: plancia completamente piatta, airbag del passeggero spostato sulla cornice sopra al parabrezza, touchscreen attraverso il quale comandare praticamente tutto. Come non sottolineare, poi, il divano anteriore Sofà e il cambio con tre pulsanti, posti al di sotto delle bocchette d’aerazione, nel caso dell’ETG6? I punti deboli non mancano comunque e sono rappresentati dai finestrini posteriori con apertura a compasso, l’assenza della quarta bocchetta d’aerazione alla destra del passeggero, una strumentazione principale priva del contagiri. Pro e contro che non mettono in ombra il vero cuore, l’essenza di Cactus, ovvero il gran confort assicurato da sedili morbidi, il tanto spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, il plus del tetto trasparente e una taratura delle sospensioni che isola alla perfezione dalle sconnessioni dell’asfalto.

    Complessivamente gli interni finiscono in pareggio, 7-7, ma se scendiamo nel dettaglio del disegno e delle soluzioni, diamo un 8-7 in favore di Citroen C4 Cactus.

    Bagagliaio

    La capacità del bagagliaio premia Nissan Juke, una manciata di litri, visti i 354 disponibili contro 348, tuttavia, facendo scorrere in avanti il sedile posteriore, Citroen C4 Cactus passa in vantaggio, registrando un valore complessivo di 358 litri. Maggior modularità quindi, ma la differenza complessiva, in termini di litri, non è degna di nota. Semmai, a rilevare diventa l’accessibilità del vano, con una soglia d’ingresso piuttosto regolare per entrambi i modelli. Un gradino forse troppo alto, su Cactus, appare il neo di chi vuole cercare il pelo nell’uovo, mentre il rivestimento di tutto il vano è di buona qualità, contro le plastiche rigide presenti, invece, ai lati del bagagliaio di Juke. La giapponese, però, dispone di sedili posteriori frazionabili, mentre C4 Cactus obbliga ad abbattere l’intero schienale se si cerca maggior capacità.

    In conclusione, decretiamo il pareggio, entrambe meritano un 7 e 1/2.

    Motori

    Le motorizzazioni di Citroen C4 Cactus e Nissan Juke sono pressoché speculari. Forse la francese riesce a coprire meglio la fascia bassa del mercato, proponendo i PureTech in versione aspirata da 75 e 82 cavalli, oltre al turbo da 110 cavalli e 205 Nm, motore particolarmente interessante vista la mission del crossover Citroen.
    Guardando alle alternative disponibili per la giapponese, è l’1.2 Dig-T da 115 cavalli a segnalarsi tra le unità a benzina, lasciando che sia l’aspirato 1.6 litri da 94 cavalli a formare l’offerta più economica nella gamma. Cubatura forse eccessiva per il segmento.

    Tra i diesel il Cactus propone un 1.6 BlueHDi da 99 cavalli al quale risponde l’1.5 dCi da 110 cavalli di Juke, con un filo più di coppia a disposizione e consumi anche in questo caso molto contenuti. Quel che Juke “paga” nell’offerta di motori di piccola cubatura, lo recupera con il turbo benzina DIG-T da 190 cavalli, abbinato anche alla trazione integrale, nonché le versioni Nismo e Nismo RS.

    Nel confronto specifico, prevale di poco Cactus 7 a 6 e 1/2

    Risultato finale
    CITROEN C4 CACTUS: 43
    NISSAN JUKE: 41,5

    Listino prezzi

    CITROEN C4 CACTUS

    Benzina:

    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 75 cavalli Live 15.200 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 75 cavalli Feel 16.700 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 82 cavalli Feel 16.950 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 82 cavalli W 18.800 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 82 cavalli Shine 18.800 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 82 cavalli ETG Feel Start&Stop 17.800 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 82 cavalli ETG Shine Start&Stop 19.650 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 110 cavalli Feel Start&Stop 18.450 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 110 cavalli Shine Start&Stop 20.300 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 110 cavalli W Start&Stop 20.300 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.2 PureTech 110 cavalli Rip Curl Start&Stop 20.300 Euro

    Diesel:

    Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHDi 99 cavalli Live Start&Stop 18.500 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHDi 99 cavalli Feel 19.800 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHDi 99 cavalli Shine 21.650 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHDi 99 cavalli W 21.650 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHDi 99 cavalli Rip Curl 21.650 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHDi 99 cavalli Feel ETG6 20.600 Euro
    Citroen C4 Cactus 1.6 BlueHDi 99 cavalli Shine ETG6 22.450 Euro

    NISSAN JUKE

    Benzina:

    Nissan Juke 1.2 DIG-T 116 cavalli Acenta 18.800 Euro
    Nissan Juke 1.2 DIG-T 116 cavalli Tekna 21.300 Euro
    Nissan Juke 1.6 94 cavalli Visia 16.650 Euro
    Nissan Juke 1.6 117 cavalli Acenta CVT 19.950 Euro
    Nissan Juke 1.6 DIG-T 190 cavalli Acenta 22.350 Euro
    Nissan Juke 1.6 DIG-T 190 cavalli Tekna 24.950 Euro
    Nissan Juke 1.6 DIG-T 190 cavalli Xtronic 4WD Acenta 25.850 Euro
    Nissan Juke 1.6 DIG-T 190 cavalli Xtronic 4WD Tekna 28.450 Euro

    Diesel:

    Nissan Juke 1.5 dCi 110 cavalli Visia 18.550 Euro
    Nissan Juke 1.5 dCi 110 cavalli Acenta 19.950 Euro
    Nissan Juke 1.5 dCi 110 cavalli Tekna 22.450 Euro

    1720

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2016Auto nuoveCitroenCitroen C4 CactusConfronto autoCrossoverNissanNissan JukeProve auto su strada

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI