Codice della strada 2013: modifiche e novità importanti

Codice della strada 2013: modifiche e novità importanti
da in Catene da neve, Codice della strada, Consigli e Guide, Patente, Pneumatici, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    Il passante di Mestre

    Il Codice della Strada, approvato con Decreto Legislativo il 30 aprile 1992, n.285, si compone di 245 articoli. È altresì accompagnato da un Regolamento di attuazione che comprende 408 articoli e 19 appendici. Il Codice della Strada è entrato in vigore il 1° gennaio 1993. Vi andremo ora a svelare tutti gli aggiornamenti applicati al Codice stesso per questo 2013: principalmente sono tre le novità e riguardano le regole per la patente, gli aumenti per le sanzioni e scatterà l’obbligo di soccorrere gli animali feriti in incidenti stradali (cosa che raramente avviene da parte dei conducenti stessi).
    Parleremo anche degli aumenti per l’Rc Auto, della decurtazione dei punti dalla patente e sul dover utilizzare i pneumatici invernali: come, quando e con quali accortezze.

    Non possiamo certo dirvi che tutti gli aggiornamenti del codice stradale in vigore da quest’anno siano positivi visto che molti saranno gli aumenti dei prezzi: che questi riguardino le multe o, ad esempio, la tassa dell’Rc Auto ma iniziamo con un’altra “lievitazione prezzi”: quella dei pedaggi autostradali.

    Pedaggi autostradali: Veneto e Valle d’Aosta le regioni interessate

    Gli ingressi nelle autostrade saranno infatti a prezzi aumentati e i maggiori aumenti li noteranno chi è destinato a passare per il Passante di Mestre poiché noterà un aumento di addirittura 13,55 punti percentuali e parliamo della Trieste-Torino (A4) ma quel tratto è meglio conosciuto come A57. Altro tratto interessato agli aumenti è il Raccordo della regione Valle d’Aosta che fa segnalare un +14,44%.

    Aumenti per RC Auto e sanzioni punitive

    Passiamo ora invece all’aumento dell’Rc auto, il quale è in netto aumento per addirittura 1.400.000 italiani ossia il numero di automobilisti che hanno causato almeno un incidente lo scorso anno.
    Non bastano solo gli aumenti per l’Rc Auto poiché anche le sanzioni punitive non rimarranno indenni. Il Governo Monti, come chi l’ha preceduto, ha fatto scattare il rincaro ogni due anni delle multe ed ogni volta con un aumento di 5,7 punti percentuali. Sono lievitate anche le spese di notifica: per esempio quelle postali per plichi fino a 20 grammi sono aumentate di 60 centesimi mentre quelle per un verbale semplice sono arrivate a 9,70 Euro e le spese per una violazione Ztl ritirata all’ufficio postale sono salite a 17,50 Euro.

    Pneumatici invernali e catene da neve: cosa cambia

    Utilizzare i pneumatici invernali è ormai la soluzione dall’avere a bordo le catene da neve. La commissione Bilancio del Senato ha eliminato dalla Legge di Stabilità quell’emendamento che imponeva l’uso dei pneumatici termici al di fuori dei centri abitati in casi particolari. Tempo fa si parlava dell’obbligo dei pneumatici invernali montati e che il trasporto delle catene a bordo non sarebbe più stato accettato e questo era stato previsto dall’ente proprietario o concessionario della strada che lo aveva annunciato solamente per garantire adeguate condizioni di sicurezza. Adesso che però il Parlamento ha fatto marcia indietro a riguardo, resta comunque obbligatorio che nel periodo di tempo che va dal 15 novembre fino al 15 aprile bisogna obbligatoriamente sottostare alle ordinanze locali che dettano l’obbligo dell’uso di pneumatici invernali o di catene da neve a bordo su alcuni tratti stradali: quelli che vi abbiamo annunciato tempo addietro.

    Rinnovamenti per la Carta di circolazione

    Libretto circolazione

    Non è più un obbligo quello della registrazione del conducente abituale di un veicolo: quello cioè di chi lo guida per più di un mese. Il governo Monti aveva previsto l’obbligo di tale peculiarità nel libretto di circolazione dallo scorso 7 dicembre 2012 ma il tutto non è andato in pratica poiché non ci sono state né la circolare ministeriale necessaria né, tanto meno, le procedure informatiche. Che comunque non riguarda il prestito fra familiari, né quello di durata inferiore a 30 giorni.

    E’ d’obbligo il soccorso per gli animali

    Quando capita un incidente stradale e di mezzo c’è un animale, che l’incidente coinvolga o meno anche i danni al conducente del mezzo, generalmente quest’ultimo, se ne rimane illeso, non si preoccupa quasi mai del soccorso all’animale coinvolto. Sarà da quest’anno infatti che le cose fortunatamente, per gli animali, cambieranno e giustamente: passa infatti la Legge 120 del 29 luglio 2010, la quale aveva rivoluzionato il Codice della strada fissando l’obbligo di fermarsi in caso di incidente con un animale. Quindi da adesso l’automobilista ha l’obbligo assoluto di fermarsi e di chiamare i soccorsi, proprio come si trattasse di una persona. Ma come agire? Sarà un dubbio di molti poiché in pochi si erano preoccupati di tanto. Non vi sono ad oggi infatti un vero soccorso animali da contattare, un numero universale quindi.

    Nuove norme per la patente a punti

    Non sono ancora partiti gli aggiornamenti che riguardano il mondo della patente poiché verranno applicati dal prossimo 19 gennaio 2013 e non saranno altro che delle nuove regole per la patente a punti che ora vengono stampate a Roma e non più dalle singole Motorizzazioni locali che le riceveranno appunto tramite corriere. Inizialmente si ha la presunzione che questo “innovativo” servizio non funzioni al meglio con i trasporti magari bloccati dagli scioperi del caso, dalle condizioni meteorologiche non ottimali o quant’altro. Altro handicap di questa innovazione? Non ci sarà più la residenza marcata sulla patente e se ci dovesse essere almeno un dato sbagliato, il candidato in questione il giorno dell’esame non potrà fare la prova ma dovrà necessariamente attendere l’invio della patente corretta. Ultimo punto è quello che la Prefettura ha un tempo di dieci giorni per controllare se una persona ha i requisiti morali per ricevere la patente. Sarà quindi obbligo dell’autoscuola prenotare l’esame parecchi giorni prima ed infatti è proprio per questo motivo che tutti gli esami di guida saranno bloccato dal 19 al 29 gennaio 2013.

    1121

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Catene da neveCodice della stradaConsigli e GuidePatentePneumaticiSicurezza Stradale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI