Codice della strada 2017 aggiornato, dai seggiolini auto all’utilizzo del cellulare: le novità

Codice della strada 2017 aggiornato, dai seggiolini auto all’utilizzo del cellulare: le novità
da in Codice della strada
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22/02/2017 18:45

    Codice della strada 2015

    Con il 2017 il Codice della Strada ha subito delle variazioni che forse non tutti conoscono: dalle novità riguardo l’omologazione dei seggiolini auto, al ritiro della patente per uso dello smartphone. Ma ovviamente non sono solo queste le novità su cui dobbiamo essere ben informati. Andiamo a scoprire insieme cosa è cambiato, in modo da non farsi cogliere impreparati.

    La prima novità del Codice della Strada 2017 che andiamo a vedere riguarda l’omologazione dei nuovi seggiolini da auto. E’ stata inserita una nuova normativa che prevede nuove caratteristiche per i seggiolini auto omologati per bambini al di sotto di 1.25 metri di altezza: oltre al rialzo dovranno infatti essere provvisti di schienale. Questa modifica è stata pensata per migliorare la sicurezza in caso di impatto ed è in vigore dai primi mesi del 2017. Successivamente invece arriverà un’altra modifica la quale riguarda l’attacco ISOFIX dei seggiolini per bambini alti da 1 a 1.5 metri: non sarà più infatti obbligatoria la presenza dell’attacco “rapido” nei seggiolini di questo tipo. Invariata invece la decadenza dell’obbligo di dispositivi di rialzo della seduta a partire dagli 1.5 metri di altezza. In caso di non osservanza delle norme del Codice della Strada riguardanti l’utilizzo dei seggiolini, si rischia una sanzione che va da 70 a 285 euro ed una decurtazione variabile dei punti della patente.

    Altra importante novità contenuta nel CdS 2017 riguarda l’utilizzo di Smartphone alla guida. Sono ora previste infatti multe più severe fino in alcuni casi ad arrivare al ritiro della patente. Stando ad uno studio recentemente condotto da Ford, il 49% degli studenti ammette di utilizzare il proprio cellulare alla guida; Linear invece comunica che in Italia un automobilista su due alla guida ha in mano lo smartphone. Dai dati diffusi da Dekra, sarebbero invece ben 3 su 4 le persone che utilizzano il telefono alla guida. Basta questo per capire che è un brutto vizio diffuso sempre più tra gli automobilisti. Con il Codice della Strada 2017 è previsto il ritiro della patente per un periodo che va da 15 a 60 giorni, una sanzione da 161 a 646 euro ed infine la decurtazione di 5 punti sulla patente. La situazione si inasprisce in caso di incidente, dove verrò infatti anche sequestrato il dispositivo elettronico. La multa può essere annullata in casi di estrema necessità, pericolo imminente oppure per legittima difesa. Situazioni queste che però devono essere corredate da valide prove da parte del guidatore. Per effettuare telefonate alla guida bisogna utilizzare il vivavoce Bluetooth, oppure un auricolare col cavo (un orecchio deve rimanere libero per legge per poter sentire l’avvicinarsi di mezzi di soccorso con sirene spiegate).

    Non solo queste le novità introdotte con il 2017 nel Codice della Strada. I ciclisti infatti ora hanno l’obbligo di controllare i catadriotti della loro due ruote e di essere provvisti di luci funzionanti da tenere accese durante la circolazione in orari serali e di notte.

    538

    ARTICOLI CORRELATI