NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Codice della Strada: gli italiani lo infrangono “allegramente”

Codice della Strada: gli italiani lo infrangono “allegramente”

Per quanto riguarda gli incidenti stradali, 66 italiani su 100 nell’ultimo periodo ha avuto un incidente regolato con la constatazione amichevole del danno nel 74% dei casi, ma un milione e mezzo di nostri connazionali ha pagato di tasca propria il danno, sbagliando, secondo le Compagnie visto che il danno risarcito, brevi manu, ha significato pagare il doppio di quanto si sarebbe corrisposto ricorrendo alla propria polizza, così come apprendiamo che giovani e donne risolvono più degli altri in proprio la vertenza pagando col proprio portafoglio

da in Assicurazione auto, Codice della strada, Mondo auto, Sicurezza Stradale
Ultimo aggiornamento:

    educazione stradale

    Se tutte le infrazioni al Codice della Strada degli italiani venissero contestate nell’immediatezza e fatte pagare, avremmo un popolo di multati, considerato che su 100 infrazioni quelle contestate ammontano a 63, quelle pagate…. non è dato di saperlo.

    Ciò in quanto gli italiani al volante sono davvero indisciplinati, molti non osservano il limite di velocità, il divieto di conversare al cellulare è solo sulla carta ma per molti non è importante, così come, stante la diffidenza che i nostri connazionali hanno nei confronti delle Assicurazioni e terrorizzati dal “bonus-malus”, quando accade un incidente di poco conto ecco pagare col proprio portafogli.

    Queste le curiose conclusioni derivanti da uno studio di TNS Italia e Assicurazione.it che tende anche a sottolineare l’eccessiva litigiosità degli abitanti del bel paese in auto. A fare andare su tutte le furie molti automobilisti, la condotta al volante detenuta da altri automobilisti con una scala di valori anche in quest’ambito, così apprendiamo che 59 volte su cento a dar fastidio sono le manovre scorrette fin’anche pericolose degli altri, 52 volte su cento a far scattare la rabbia è la mancata precedenza riconosciuta dagli altri automobilisti e nel 41% dei casi da un enorme fastidio ritrovarsi la carreggiata occupata dalle auto in sosta.

    Strano il fatto che il rumore eccessivo e l’uso incongruo dei dispositivi acustici dell’auto danno un fastidio ridotto, il 18% delle lamentele e ascritto a questi sistemi.

    Interessante notare che più indisciplinati sono gli uomini, soprattutto per quanto concerne il mancato rispetto dei limiti di velocità, 61 uomini contro 49 donne. Altre infrazioni come il mancato rispetto della distanza di sicurezza sono per lo più commesse dal 35% degli italiani mentre è notorio che le cinture si allacciano meno al sud che al nord, così come meno noto è il fatto che ad allacciarle meno siano gli over 55 rispetto ai giovani.

    Per quanto riguarda gli incidenti stradali, 66 italiani su 100 nell’ultimo periodo ha avuto un incidente regolato con la constatazione amichevole del danno nel 74% dei casi, ma un milione e mezzo di nostri connazionali ha pagato di tasca propria il danno, sbagliando, secondo le Compagnie visto che il danno risarcito, brevi manu, ha significato pagare il doppio di quanto si sarebbe corrisposto ricorrendo alla propria polizza, così come apprendiamo che giovani e donne risolvono più degli altri in proprio la vertenza pagando col proprio portafoglio.

    437

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Assicurazione autoCodice della stradaMondo autoSicurezza Stradale
    PIÙ POPOLARI