Codice della strada, nuova norma per neopatentati

Una nuova norma stabilisce che dal 9 febbraio 2011 tutti i neo-patentati dovranno guidare degli autoveicoli che dovranno avere una potenza specifica

da , il

    neo patentati norme codice strada

    Una nuova norma del Codice della Strada entrerà in vigore dal 9 febbraio 2011 e riguarderà tutti i neopatentati che dovranno guidare autoveicoli con una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t. Questa nuova norma, valida per dodici mesi successivi al conseguimento della patente, sarà in vigore a partire dal 9 febbraio, secondo quanto stabilito dalla legge approvata il 29 luglio 2010 e destinata a coloro che hanno conseguito la patente di guida dopo il 9 febbraio.

    L’articolo 117 del nuovo Codice della Strada dice infatti che ai titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio, non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1, quelle che sono le autovetture, si applica invece un altro limite di potenza massima pari a 70 kW. Le disposizioni si applicano ai titolari di patente di guida di categoria B rilasciata dal centottantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge.

    Se la definizione della potenza massima rispetta un parametro univoco, che è stabilito in 70 kW, complicato è indicare il valore della tara, una nuova norma non molto semplice da comprendere, perchè per tara si intende il peso del veicolo in ordine di marcia, quello che è infatti il peso riportato di solito sui listini, con l’aggiunta del peso del conducente, che è calcolato per convenzione a 75 kg. Con questi parametri è possibile stilare una lista di vetture che rispettano i vincoli imposti dalla legge e quelle vetture invece che non rispettano tali parametri e di conseguenza la norma.