Come cambiare il liquido freni all’auto con il fai da te

Una guida semplice e facilmente comprensibile per portarvi passo passo a cambiare il liquido freni alla vostra auto.

da , il

    Come cambiare il liquido freni? Ogni automobilista ha un rapporto diverso con la propria auto, ma c’è che si diletta nel fai da te per quanto riguarda le piccole operazioni di manutenzione come il cambio del liquido freni. La sostituzione è necessaria in alcuni casi, complice la natura chimica del liquido che tende ad assorbire umidità: noi siamo qui proprio per spiegarvi quando è necessario farlo e quali sono i passaggi per riuscirci senza problemi…..a patto che abbiate un po’ di dimestichezza con questo genere di operazioni. Pronti? Allora procediamo. Il libretto di uso e manutenzione della maggior parte delle auto prevede la sostituzione del liquido contenuto all’interno dell’impianto frenante ogni due anni, perchè le sue proprietà si deteriorano durante questo arco di tempo. Tecnicamente è definito un liquido “igroscopico”, il che vuol dire che tende ad assorbire umidità, e questo a lungo andare può causare problemi come l’arrugginirsi di parti interne all’impianto frenante.

    Attenzione all’elettronica

    La procedura di sostituzione è grossomodo la stessa per ogni auto a patto che elettronica non ci metta lo zampino, poichè negli ultimi anni ha interessato anche l’impianto frenante con degli spurghi attivabili attraverso il controllo della centralina, ottenibile solo recandosi presso un’officina autorizzata ed attraverso i software rilasciati direttamente dalla casa costruttrice. In quest’ultimo caso è facilmente intuibile che sarà pressochè inutile cambiare in autonomia il liquido, ma negli altri casi è possibile procedere tranquillamente purchè si faccia una scrupolosa attenzione ad ogni passaggio e si chieda aiuto ad una seconda persona per le operazioni più complesse. Ricordate bene che l’impianto frenante è uno dei sistemi di sicurezza principali dell’auto, e che il minimo errore potrebbe mettere in serio pericolo sia la vostra vita che quella degli altri utenti della strada (insomma, se non ve la sentite andate in un’officina autorizzata….).

    Primo passo

    Il primo passo è quello ovviamente di comprare il liquido freni, DOT 4 acquistabile presso qualsiasi autoricambi ben fornito. Il nostro consiglio è quello di acquistare due flaconi, per ovviare sia alla variabilità di capienza dell’impianto sia ad eventuali perdite dovute alla poca dimestichezza con l’operazione.

    A questo punto aprite il cofano motore ed individuate il serbatoio del liquido freni, dopodichè infilatevi dei guanti e svitatene con molta cura il tappo, facendo attenzione a non far entrare polvere e sporco in nessun momento durante tutte le fasi dell’operazione. Con una siringa aspiraliquidi risucchiate il livello nella vaschetta fino a quando il rimanente non è sceso fino alla tacchetta del minimo, poi riempite con il nuovo liquido fino al MAX.

    Secondo passaggio

    Smontate la ruota posteriore lato passeggero dell’auto, che in generale è fisicamente la più lontana dalla vaschetta e quindi consente al liquido di fare un percorso quanto più ampio possibile, ed accedete alla vite di spurgo (contraddistinta da un cappuccio per evitare che si sporchi). Chiedete ad una persona di premere ripetutamente il pedale del freno, mentre collegate un tubicino con un’estremità alla vite di spurgo e l’altra all’interno di una bottiglia vuota che permetta la raccolta dei fluidi. Assicurata la tenuta del tubicino svitate di mezzo giro la vite di spurgo e chiedere alla persona in auto di premere a fondo il pedale del freno: comincerà ad uscire del liquido vecchio, che raccoglierete nella bottiglia. Dopo un po’ chiudete la vite, fate “pompare” nuovamente sul pedale del freno e ripetete l’operazione.

    Nota bene

    La vite di spurgo deve necessariamente essere chiusa solo ed unicamente quando l’altra persona sta ancora premendo il pedale del freno, quindi sta esercitando una forza che spinge il liquido fuori. Qualora dovesse lasciare prima del serraggio la depressione potrebbe risucchiare aria e sporco all’interno dell’impianto, costringendovi a ripetere quest’ultimo passaggio da capo per far uscire le bolle.

    Infine

    Durante tutta l’operazione verificate sempre che nella vaschetta dell’olio il livello non vada mai al di sotto del MIN, altrimenti anche in questo modo potrebbe entrare aria nell’impianto. In caso dovesse abbassarsi al valore limite e non avete ancora terminato, aggiungete semplicemente dell’altro liquido nella vaschetta.

    L’operazione di spurgo potrà dirsi conclusa nel momento in cui dalla vita di spurgo comincia ad uscire del liquido “nuovo”, il che significa che tutto l’impianto è stato ripulito dai residui del vecchio fluido. A questo punto chiudete la vite, rimontate la ruota e ripristinate il livello della vaschetta, facendo sempre attenzione a non far entrare sporcizia nella stessa. Come ultimo step premete il pedale del freno fino a quando non riacquista una certa “durezza”, segno che tutto l’impianto ha raggiunto nuovamente la pressione ottimale di utilizzo.

    Ultimi consigli

    Ricordiamo che questa è un’operazione che deve essere fatta necessariamente a motore spento, così come il liquido freni deve essere smaltito seguendo le normative vigenti (quindi portatelo in un centro smaltimenti!). L’ultimo consiglio (poi vi promettiamo che non ci dilunghiamo ulteriormente!) è quello di pulire immediatamente qualsiasi parte dell’auto sia stata a contatto con il liquido freni: ha una composizione chimica molto aggressiva, che può scolorire la vernice o lasciare fastidiose tracce sulle superfici con le quali è entrato a contatto. Lavare accuratamente anche le mani in caso di contatto, con molta acqua corrente.

    Ecco fatto, avete cambiato da soli il liquido freni. Buona strada.