Salone di Parigi 2016

Come caricare l’auto prima di un viaggio

Come caricare l’auto prima di un viaggio
da in Consigli e Guide, Viaggi in auto
Ultimo aggiornamento: Martedì 28/06/2016 20:40

    Come caricare i bagagli sull'auto

    Sapete Come caricare l’auto prima di un viaggio? Scopriamolo insieme. E così sono finalmente arrivate le vacanze: come caricate l’auto prima di partire? Sole e mare, o montagna, vi aspettano per un periodo di meritato relax e per staccare la spina dalla quotidianità che vivete tutto l’anno. Attenzione però, perché per godervi il viaggio in tutta sicurezza è necessario prendere delle precauzioni. Una di queste è il sistemare i bagagli in modo tale che non creino scompensi o situazioni di pericolo durante la marcia. Molti non pensano a quanto questo possa incidere sulla dinamica di un veicolo, eppure gli effetti di una cattiva distribuzione del peso sono ben visibili. Noi siamo qui per spiegarvi come caricare al meglio l’auto per le vacanze.

    Cominciamo con il parlare dei bagagli da sistemare nel bagagliaio. Sicuramente avrete preparato più di una valigia e dovrete cominciare a giocare a tetris pur di farcele entrare tutte, ma occhio alla distribuzione dei pesi! La valigie più grandi infatti devono essere disposte sul fondo del bagagliaio, in modo tale da avere delle masse pesanti quanto più vicine possibili al baricentro della vettura. Cercate di equiparare il peso distribuito sulla destra e sulla sinistra, così da non caricare in modo non simmetrico le sospensioni. Una volta sistemato il primo “strato” di valigie è possibile aggiungerne altre sopra ad esse, cercando di rispettare sempre le stesse semplici regole. Togliere la cappelliera per riuscire a far entrare più bagagli sulla verticale va bene, ma attenzione a non coprire del tutto il lunotto, altrimenti la visibilità posteriore sarà fortemente penalizzata ed il rischio di incidenti aumenterà. Ultimo consiglio che vi diamo è quello di fissare i bagagli in modo tale che in caso di incidente o frenata brusca non possano muoversi dal loro posto: immaginate le conseguenze di uno zaino che impatta dietro la testa del guidatore mentre sta frenando…

    Esaurito l’argomento bagagliaio, passiamo al tetto, zona che merita un occhio di riguardo in più perchè modificano ed alzano il baricentro dell’auto. Se disponete di un box da tetto (o baule, come più vi piace chiamarlo), questo sarà sicuramente sagomato in modo tale da svolgere anche una funzione aerodinamica. Anche al suo interno il carico deve essere ben distribuito, con il peso maggiore al centro e dei pesi minori andando verso la punta e la coda. Se però avete un classico portapacchi dovrete agire in questo modo: i carichi più pesanti ed alti vanno disposti al centro, mentre i più bassi alle estremità laterali, cosi da avere una specie di piramide guardando l’auto di faccia. Se così non fosse ci sarebbe il rischio di sbilanciare la vettura: dei bagagli molto più pesanti da un lato caricheranno molto di più le sospensioni e tenderanno ad inclinare il corpo vettura, oltre ad avere un impatto aerodinamico disomogeneo. Questo potrebbe causare uno sbandamento della vettura, soprattutto viaggiando a velocità autostradali.

    555

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI