Motor Show Bologna 2016

Come montare le catene da neve: istruzioni utili [VIDEO]

Come montare le catene da neve: istruzioni utili [VIDEO]
da in Accessori auto, Catene da neve, Consigli e Guide, Fai da te, Pneumatici, Video Auto
Ultimo aggiornamento: Venerdì 18/11/2016 11:32

    Il montaggio delle catene non è un gioco da ragazzi. E anche dare indicazioni generali su come montare le catene da neve non è cosa semplice. La proliferazione di modelli fa sì che non ci sia una regola universale, anche se alcuni accorgimenti si rivelano utili con gran parte delle catene classiche, prive di “ragni” o altri meccanismi studiati per semplificare l’installazione. Anzitutto la catena va estesa per verificare che non ci siano grovigli o maglie intrecciate le une alle altre.

    Il passaggio successivo, con le ruote dell’auto perfettamente dritte, prevede che il cerchietto rigido – solitamente colorato e rivestito in plastica – vada dietro la gomma, passando aderente all’asfalto. Al termine dell’operazione dovrete ritrovarvi con i due capi del cerchietto uno alla sinistra e l’altro sulla destra, guardando la gomma frontalmente. Noterete che le estremità sono fatte per esser congiunte. Successivamente fate ruotare le due estremità portandole nella parte alta della gomma, all’interno. Quindi tra battistrada e passaruota, fino a chiudere il cerchietto sul lato interno. E’ il passaggio più complesso, perché un conto è esercitarsi al caldo e all’asciutto, altra cosa è fare la stessa operazione al freddo e magari senza luce. Chiuso il cerchietto rigido nella parte interna della gomma, restano da distribuire le maglie a rombo sul battistrada, fino a ritrovarsi con due capi da congiungere per chiudere la catena anche sul lato esterno della ruota, quello di fronte a voi. Come già anticipato, non devono esserci grovigli di maglie. L’operazione conclusiva, con catene tradizionali, prevede il passaggio di un’ultima serie di maglie lungo il perimetro esterno, per mettere in tensione la catena. Si tratta dell’operazione che può variare maggiormente tra i vari modelli. Concluso quest’ultimo step e installate su entrambe le ruote anteriori (in caso di auto con trazione anteriore), mettetevi al volante, percorrete poche decine di metri e scendete a ricontrollare e tendere nuovamente le catene, poiché ci sarà ancora del gioco da regolare. E’ buona norma controllare anche in caso di catene autotensionanti. L’andatura con catene montate deve essere moderata, non si devono sentire sfregamenti o rumori dalle ruote, viceversa le avrete montate in maniera errata e andranno riposizionate per evitare danni alla meccanica dell’auto. In caso di auto a trazione posteriore, le catene vanno montate sull’asse posteriore anche se dovrete prestare molta attenzione perché la direzionalità dell’auto sconta comunque la presa ridotta (o nulla, in caso di ghiaccio) dell’asse anteriore. Una volta smontate le catene ricordate di sciacquarle con acqua tiepida e lasciarle asciugare. Saltare questo passaggio porterà le catene a usurarsi precocemente a causa del sale gettato dai mezzi spazzaneve.

    Tra le soluzioni alternative alle catene da neve classiche, ci sono modelli che promettono di facilitare notevolmente le operazioni.

    Tra i tanti modelli c’è K-Summit la catena da neve K-Summit di Konig, per la quale bastano tre mosse per far sì che la gomma salga e finisca per aderire tenacemente alla catena, disponibile in otto diversi formati per adattarsi ad almeno 250 modelli differenti di gomma. Il costo non è quel che si dice a buon mercato, con prezzi ampiamente superiori ai 300 euro. CATENE DA NEVE RAGNO, I MODELLI

    704

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI