Con Host per una mobilità avveniristica

da , il

    Si chiama Host e parliamo di un prototipo ancora sperimentale, ma se esistesse già, sarebbe in grado di farci risparmiare tempo e denaro.

    L?ha costruito sia Volvo che Studio Bertone e il risultato è che Host potrebbe diventare un utile mezzo per gli spazi cittadini, dove muoversi agevolmente senza paura di inquinare. Host è leggero e duttile, grazie al suo scheletro modulare, per muoversi sfrutta un motore ibrido, diesel-elettrico, a quattro ruote motrici, tutte sterzanti.

    Interessante notare che Host si guida senza l?ausilio di organi che collegano le singole parti, dunque, né sterzo, né cambio, semmai un sistema drive by wire.

    Anche il sistema di utilizzo di Host è quanto mai avveniristico, considerato che, grazie alla sua modularità, con questo veicolo è possibile passare a diversi stati di utilizzo, semplicemente agendo sulla piattaforma e variando gli assetti, facilmente e quando occorra.