NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Concept Diatto Ottovù Zagato, cosa bolle in pentola

Concept Diatto Ottovù Zagato, cosa bolle in pentola
da in Auto sportive, Concept Car, Maserati
Ultimo aggiornamento:

    Diatto Ottovu' Zagato Concept

    Capire da questa unica foto una parte di una vettura, che sappiamo posteriore, è difficile, ancor di più immaginare che dietro quell’immagine si celi il tentativo di Zagato di proporre al prossimo Salone di Ginevra la concept Diatto Ottovù Zagato che si doterà di un motore a 8 cilindri di Maserati, con un pianale interamente costruito in alluminio.

    Fatto ancor più difficile da intuire se pensiamo che in pochi ricordano la Diatto che era, nei primi anni del secolo scorso, un’azienda che costruiva tram e treni e che si spinse anche nel settore automobilistico privilegiando il segmento sportivo con grande soddisfazione quando le proprie vetture scesero direttamente in competizione con i mostri sacri del tempo.

    Segno evidente dell’alta specializzazione che i fondatori dell’azienda riuscirono ad imprimere ai loro prodotti e merito anche dei piloti del tempo che portavano cognomi illustri che, oggi, sotto altra veste riconosciamo come familiari, ci riferiamo ai piloti Ernesto ed Alfieri Maserati che, successivamente, appesa al chiodo la tuta da pilota, si dedicarono alla progettazione delle vetture.

    Alfieri Maserati portò alle stelle la Diatto progettando un 8 cilindri di 2,0 litri da 160 cavalli che diede alla Diatto tanto lustro e dalla quale derivarono via, via, tutte le Maserati fino ai giorni nostri.

    Perché Zagato, oggi, vuol far riemergere dalle pagine ingiallite della storia una Casa sepolta nei ricordi dei non più giovani, non si sa, ma la voglia di saperne di più è tanta così come di informarvi presto su quanto “bolle in pentola”.

    294

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto sportiveConcept CarMaserati
    PIÙ POPOLARI