Motor Show Bologna 2016

Consigli per lunghi viaggi in auto

Consigli per lunghi viaggi in auto
da in Consigli e Guide, Viaggi in auto
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/11/2016 12:02

    consigli per lunghi viaggi in auto

    Oggi vediamo alcuni consigli per lunghi viaggi in auto, soprattutto prima di questa estate 2016. Viaggiare è bellissimo, questa è una cosa risaputa. Ma viaggiare preparati e prevenuti, considerando (o almeno provandoci) tutti gli imprevisti che possono capitare, rende lo spostamento, e non solo, molto più agevole e divertente. Intraprendere un viaggio in auto è pur sempre un’azione che richiede una bella dose di affidamento ad un mezzo meccanico: parafrasando un video che girovagava in rete tempo fa, bisogna “avere fede nel mezzo meccanico”. Ok, noi siamo d’accordo e potremmo anche pensare di promuovere l’idea di viaggiare in auto, ma ad una condizione: siate preparati e siate consapevoli, l’abbiamo già detto. Noi veniamo in vostro aiuto, con un vademecum di consigli prima di intraprendere un viaggio in auto!

    Dividiamo in due la nostra argomentazione, consigli pre-viaggio e consigli per il viaggio, ed iniziamo con il primo tema. Proprio in virtù del fatto che l’auto è un mezzo meccanico che richiede manutenzione, prima di sottoporla ad uno stress (relativo a livello meccanico, lo ammettiamo, ma di cruciale importanza in senso emotivo e di programmazione dell’itinerario) è bene controllare che tutto sia in ordine, nei limiti del possibile. I controlli di routine da fare sono: - Livello dell’olio, tramite l’apposita asticella che trovate nel vano motore. Assicuratevi che sia giusto e, per ogni evenienza, portate con voi una confezione da un litro nel caso lo si dovesse rabboccare per un qualche tipo di problema. - Livello del liquido freni. Normalmente è un controllo che viene fatto durante gli interventi di manutenzione programmata, ma è buona norma dargli una controllata: la vaschetta non è sempre posta in una posizione agevole, ma le tacchette MIN e MAX sono facilmente distinguibili. - Livello liquido radiatore. Anche in questo caso è buona norma controllare che il liquido rientri nei livelli MIN e MAX: l’ideale è che giusto un poco al di sotto della tacca MAX, ed il serbatoio è ben visibile nel vano motore. - Pressione degli pneumatici. Meglio curare l’unico contatto che c’è tra la vostra auto e l’asfalto. Controllate che gli intagli del battistrada siano sufficientemente profondi, che la spalla non presenti delle bozze e che la pressione sia al valore consigliato dalla casa. Badate che un’auto a pieno carico (passeggeri e bagagli) prevede una pressione pneumatici più alta di circa 0.3 bar. - Efficienza delle luci. Fari, stop, fendinebbia e frecce è meglio controllarli, anche se le auto di ultima generazione segnalano una eventuale anomalia nel caso dovesse fulminarsi una di esse. Generalmente le officine della rete dei vari brand, proprio in virtù della grande mole di partenze previste per l’esodo estivo, offrono tutta una serie di controlli di routine, tra i quali quelli da noi elencati, ad un prezzo forfettario. Potrebbe essere un’idea conveniente avvalersi di questo tipo di controlli.

    Passiamo adesso al secondo punto in questione: i consigli durante il viaggio. Alcuni vi sembreranno scontati, altri meno, eppure sono tutti importanti allo stesso modo. - Viaggiare riposati. Una buon riposo prima di mettersi in viaggio è fondamentale. Mettersi alla guida rilassati e dopo aver dormito per almeno 8 ore permette di affrontare il viaggio in modo più efficace, senza contare che riduce drasticamente la possibilità di essere vittima di colpi di sonno, con benefici che tutti possiamo immaginare. - Agganciare bene tutti i bagagli “mobili”. Tutti gli zaini, le buste, le borse…insomma tutto ciò che non è una valigia pesante e che può muoversi facilmente deve essere bloccato in un qualche modo, per evitare che venga catapultato in avanti a causa di una brusca frenata. - Portare sempre una bottiglia d’acqua. In estate l’idratazione è un prerequisito fondamentale per una perfetta salute. In auto, soprattutto se si viaggia durante le ore più calde della giornata, il rischio di sudare è concreto anche se utilizzate il climatizzatore alla massima potenza. Portare una bottiglia d’acqua fresca aiuta a contrastare la disidratazione. - Programmare le soste. Se il viaggio intrapreso è lungo, è bene fermarsi in autogrill ogni paio d’ore per riposarsi e sgranchire le gambe (e questo vale sia per chi guida sia per gli altri passeggeri). Stare seduti sempre nella stessa posizione per molto tempo alla fine porta ad un indolenzimento dei muscoli che può risultare davvero fastidioso.

    772

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI