Consumi auto: le case automobilistiche non dicono la verità

Auto Motor Und Sport ha pubblicato un'inchiesta sui dati dichiarati dalle case automobilistiche circa consumi auto ed emissioni

da , il

    emissioni nocive consumi auto

    Dalla Germania qualcuno grida allo scandalo. Le case automobilistiche non si stanno preoccupando della tematica ambientale, stanno solo facendo finta. La rivista specializzata Auto Motor und Sport, la più importante nel panorama mitteleuropeo ha pubblicato un’inchiesta disarmante. Secondo la testata di settore, le case automobilistiche dichiarerebbero il falso nel “vendere” i dati sulle performance ambientali delle auto, consumi ed emissioni di anidride carbonica. Questa non è la prima volta che qualcuno prende a cuore la causa.

    Ci aveva già pensato in Italia la rivista Quattroruote, che aveva rilevato sistematici gradoni tra dati dichiarati dalle case e dati reali, rilevati attraverso strumentazione adeguata.

    L’inchiesta investe una delle tematiche più calde del periodo: tutte le auto nuove fondano il loro potenziale consenso sull’efficienza. E ora, riusciranno i giornalisti più intrepidi a invertire la tendenza all’inganno? In realtà questo è un andazzo storicamente radicato; gli automobilisti hanno sempre saputo, rassegnati, di dover rimaneggiare mentalmente i dati sui consumi, sin dai primi spot sulle auto, nel dopoguerra.

    Secondo le statistiche, certe vetture consumano intorno al 50% in più rispetto a quanto dichiarato dalla casa. Tanti commenteranno questi articoli con frasi del tipo “tanto già si sapeva, nessuna novità”, tanti automobilisti che hanno acquistato auto credendo di acquistarne altre. Ma se consumi possono essere facilmente monitorati, riguardo alle emissioni nocive di CO2 non è così semplice. Come fare a conoscere la quantità di particelle nocive all’ambiente emesse dalla vettura? Con la cartina tornasole? Meglio leggere Auto Motor Und Sport…