Motor Show Bologna 2016

Consumi reali auto: i modelli con i consumi maggiori rispetto ai dati dichiarati

Consumi reali auto: i modelli con i consumi maggiori rispetto ai dati dichiarati
da in Classifiche auto, Confronto auto, Consigli e Guide, Consumi auto, Motori auto
Ultimo aggiornamento: Lunedì 12/10/2015 10:46

    Consumi auto bugiardi

    Aprire una parentesi tra il divario esistente nella dichiarazione dei consumi fornita delle case automobilistiche e l’effettivo consumo reale riscontrato dagli automobilisti è stato uno degli effetti secondari (ma non troppo) del dieselgate Volkswagen. Non solo le emissioni nocive sono sotto accusa quindi, ma anche l’effettivo consumo di carburante, tutto a causa di un ciclo di test che purtroppo (o per fortuna…delle case) non emula delle condizioni facilmente riscontrabili su strada. Vediamo quali sono le auto che hanno i consumi dichiarati più fasulli.

    L’International Council of Clean Transportation ha messo sotto inchiesta, dopo aver scoperto la frode software di Volkswagen, i consumi reali delle auto, equiparandoli a quelli dichiarati. Le informazioni sono state prelevate dalla community Spritmonitor, che raggruppa un gran numero di utenti che decidono di segnalare gli effettivi consumi delle proprie auto durante l’utilizzo quotidiano, confrontandoli poi con i dati dichiarati.

    Se la piccola Peugeot 208 è risultata tra le auto con un divario minore tra i consumi dichiarati a quelli rilevati, la più grande hatchback Peugeot 308 non brilla certo per onestà secondo i valori provenienti dal sito tedesco Spritmonitor. Dai dati estrapolati confrontando le esperienze degli utenti della community, il divario tra realtà e dichiarazione è del 48%.

    Al secondo posto, più o meno a pari merito, troviamo tre importanti contendenti premium tedesche, che si omologano anche per l’aver dichiarato di consumare il 50% in meno di quanto non sia stato riscontrato nella realtà. Sono La BMW Serie 5, la Mercedes Classe E e l’Audi A6, forse a causa delle grandi dimensioni e del peso elevato, ma ciò non giustifica l’atteggiamento ai limiti del fraudolento.

    Una batosta arriva in realtà per il brand della stella, la tedesca Mercedes. Dopo aver classificato la Classe E al secondo posto di questa (antipatica) classifica, monopolizza anche il primo posto con Classe A e Classe C a pari merito. La compatta e la berlina hanno fatto registrare un divario tra scheda tecnica e test su strada che ha raggiunto quota 52%.

    447

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI